21 Giu

MIMIT: Contratti di sviluppo “Net zero, Rinnovabili e Batterie”

MIMIT: Contratti di sviluppo “Net zero, Rinnovabili e Batterie”

Con Decreto Direttoriale, il ministero delle Imprese e del Made in Italy ha emesso le modalità di accesso ai Contratti di sviluppo “Net Zero, Rinnovabili e Batterie”.

Le risorse a disposizione, a valere sul PNRR, sono circa 1.739 milioni di euro di cui almeno il 40% destinate a progetti da realizzare nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

I programmi, nello specifico, dovranno avere ad oggetto la realizzazione di progetti di sviluppo industriale o di sviluppo per la tutela ambientale ed eventualmente progetti di ricerca, sviluppo e innovazione finalizzati alla produzione di batterie, pannelli solari, turbine eoliche, pompe di calore, elettrolizzatori, dispositivi per la cattura e lo stoccaggio del carbonio (CCS), nonché programmi di sviluppo per la produzione di componenti chiave e il recupero delle materie prime critiche specificate nel decreto.

Le agevolazioni sono concesse nelle forme di finanziamento agevolato, contributo in conto interessi e, per i progetti di ricerca e sviluppo, di contributo diretto alla spesa.

Le imprese potranno presentare istanza a partire dalle ore 12.00 del 27 giugno.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Fonte foto: Il Giornale delle PMI

20 Giu

INTERREGIONAL INNOVATION INVESTMENTS: € 67 MILIONI STANZIATI PER GLI STRAND 1 E 2a

INTERREGIONAL INNOVATION INVESTMENTS: € 67 MILIONI STANZIATI PER GLI STRAND 1 E 2a

La Commissione Europea ha pubblicato un invito a presentare proposte nell’ambito dello strumento Interregional Innovation Investments (I3), con l’obbiettivo principale di sostenere portafogli interregionali di investimenti delle imprese che portano innovazione sul mercato.

I bandi sono organizzati in due filoni:

  • Strand 1 – Financial and advisory support for investments in interregional innovation projects: si rivolge a consorzi costituiti da attori dell’innovazioni provenienti da regioni con diversi livelli di sviluppo e prestazioni innovative, ma con aree di specializzazioni condivise e complementari, pronti ad investire in progetti di innovazione interregionali.
  • Strand 2a – Financial and advisory support to the development of value chains in less developed regions: si concentra sugli investimenti interregionali nell’innovazione, mirati a migliorare le catene del valore nelle regioni meno sviluppate.

I fondi disponibili per il 2024 sono pari a € 31 mln per lo Strand 1 e a € 36 mln per lo Strand 2a.

La scadenza per presentare la propria proposta attraverso il Portale EU Funding & Tenders è fissata al 5 dicembre 2024.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: European Commission

20 Giu

HaDEA: STANZIATI €25.4 MILIONI PER NUOVI BANDI SUL TEMA DEL CANCRO

HaDEA: STANZIATI €25.4 MILIONI PER NUOVI BANDI SUL TEMA DEL CANCRO

L’agenzia esecutiva europea per la salute e il digitale (HaDEA) ha pubblicato quattro nuovi bandi sul tema del cancro, nell’ambito del Work Programme 2024.

Il budget complessivo ammonta a € 25.4 milioni ed è suddiviso in questo modo:

  • EU4H-2024-PJ-02-1— Il bando sostiene l’integrazione delle immagini del cancro nell’infrastruttura paneuropea federata per promuovere programmi di screening – CR-g-24-37. Budget: € 8 mln.
  • EU4H-2024-PJ-02-2— Il bando sostiene proposte per aumentare l’alfabetizzazione sanitaria per la prevenzione e la cura del cancro – CR-g-24-39. Budget: € 5 mln.
  • EU4H-2024-PJ-02-3— Il bando sostiene proposte sullo sviluppo di servizi sociali per il sostegno psicosociale e la riabilitazione dei bambini e delle loro famiglie nelle cliniche di oncologia pediatrica negli Stati membri e nei paesi associati al programma EU4Health – CR-g-24-43. Budget: € 7.4 mln.
  • EU4H-2024-PJ-02-4— Il bando sostiene proposte sulla rete europea dei giovani sopravvissuti al cancro – CR-g-24-45. Budget: € 5 mln.

La scadenza per presentare la propria proposta attraverso il Portale EU Funding & Tenders è fissata al 10 ottobre 2024.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: HaDEA

20 Giu

€40 MILIONI PER IL NUOVO BANDO DEL FONDO DI RICERCA PER IL CARBONE E L’ACCIAIO (RFCS) GESTITO DALLA REA

€40 MILIONI PER IL NUOVO BANDO DEL FONDO DI RICERCA PER IL CARBONE E L’ACCIAIO (RFCS) GESTITO DALLA REA

È stato pubblicato un nuovo bando nell’ambito del Fondo di ricerca per il carbone e l’acciaio (RFCS), che sarà gestito dall’European Research Executive Agency (REA). Questo bando si inserisce nel quadro del Work Programme 2024 e mira a sostenere progetti innovativi nei settori del carbone e dell’acciaio.

Per quanto riguarda il settore del carbone, il bando mira a supportare la transizione verde, migliorare la salute e la sicurezza nel settore e minimizzare gli impatti ambientali delle miniere di carbone in transizione.

Nel settore dell’acciaio, il bando ha come obbiettivo quello di sostenere i processi di produzione e finitura dell’acciaio a basse emissioni di carbonio, promuovere una gestione sostenibile delle risorse e migliorare la gestione della forza lavoro e delle condizioni lavorative nel settore.

Il bando presenta un budget complessivo di € 40 milioni, suddivisi in 6 topics:

  • RFCS-2024-01-AM Coal Accompanying Measures. Budget: € 1 mln.
  • RFCS-2024-01-RPJ Coal Research Projects. Budget: € 7 mln.
  • RFCS-2024-01-PDP Coal Pilot and Demonstration Projects. Budget: € 2.88 mln.
  • RFCS-2024-02-AM Steel Accompanying Measures. Budget: € 1 mln.
  • RFCS-2024-02-RPJ Steel Research Projects. Budget: € 20.5 mln.
  • RFCS-2024-02-PDP Steel Pilot and Demonstration Projects. Budget: € 7.62 mln

Possono partecipare persone giuridiche (Enti di Ricerca, Grandi Imprese, PMI, Ricercatori ecc.) che svolgono un’attività di R&S con sede in uno degli Stati membri dell’UE, in un paese extra UE o in un paese associato all’RFCS o Paesi che sono in corso negoziati per un accordo di associazione.

La scadenza per presentare la propria proposta attraverso il Portale EU Funding & Tenders è fissata al 24 settembre 2024.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: Industria italiana

17 Giu

MIMIT: Progetti R&S nel settore aerospaziale

MIMIT: Progetti R&S nel settore aerospaziale

È stato pubblicato sul sito del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, il Decreto Direttoriale che avvia, ai sensi della L. 808/85, il finanziamento di progetti volti a rilanciare e consolidare le attività di ricerca e sviluppo nel settore aerospaziale afferenti alla Sicurezza Nazionale.

Questa misura supporterà la crescita e il potenziamento della competitività delle imprese di tutte le dimensioni attive nell’industria aeronautica italiana, favorendo lo sviluppo di tecnologie avanzate e apportando miglioramenti nei sistemi di sorveglianza, comunicazione e intervento rapido, giocando un ruolo cruciale in scenari di crisi o minaccia.

Le agevolazioni sono concesse, nei limiti delle intensità massime di aiuto, nella forma di finanziamento agevolato a tasso zero nella misura massima del 100% dei costi/spese ammissibili.

I termini per la presentazione delle domande di finanziamento e dei progetti sono fissati dal 1° luglio al 31 ottobre 2024.

Per ulteriori informazioni: info@iniziativa.cc

11 Giu

Transizione 5.0: in arrivo le regole attuative

Transizione 5.0: in arrivo le regole attuative

In attesa dell’approvazione del testo definitivo del decreto attuativo del piano Transizione 5.0, di seguito si riportano alcune delle novità introdotte:

  • Data di avvio: la data di avvio del progetto di innovazione sarà la data del primo impegno giuridico vincolante e dovrà essere successiva al 1° gennaio 2024.
  • Definizioni di struttura produttiva: un sito con unità locali o stabilimenti insistenti sulla medesima particella catastale o su particelle catastali contigue, finalizzato alla produzione di beni o servizi con autonomia tecnica, funzionale e organizzativa.
  • Definizioni di processo produttivo comprende attività correlate nella catena del valore, trasformando risorse in prodotti o servizi.
  • Scenario controfattuale: per la misurazione del risparmio energetico, potranno riferirsi a uno scenario controfattuale anziché ai consumi registrati l’anno precedente non solo le imprese di nuova costituzione ma anche le imprese che hanno variato sostanzialmente prodotti e servizi da meno di sei mesi.
  • Una sola pratica alla volta: ogni impresa può avere attiva una sola pratica di incentivo alla volta nella medesima struttura produttiva.
  • Linea morbida sulle esclusioni DNSH: investimenti ammessi anche per attività ETS a condizione di riduzione delle emissioni rispetto all’anno precedente; eccezioni per rifiuti speciali pericolosi.
  • Certificazione: ampliamento dell’elenco dei soggetti abilitati, includendo alcuni organismi accreditati e ingegneri con specifiche lauree.
  • Rinnovabili: fino al 105% del fabbisogno energetico della struttura produttiva. Inclusione di servizi ausiliari, stoccaggio e trasformatori; impianti allacciati alla rete entro un anno dalla fine del progetto.
  • Formazione: fra le spese ammesse anche quelle della formazione erogata da soggetti certificati EA 37, nonché le spese di personale dipendente, dei titolari di impresa e soci lavoratori, partecipanti alla formazione. Sono state definite le attività ammesse con moduli minimi di 12 ore su temi transizione green e digitale.
  • Periodo di osservazione: obbligo di mantenere i risparmi energetici per cinque anni, pena la restituzione dell’incentivo.

Le suddette novità mirano a rendere il Piano Transizione 5.0 più accessibile ed efficace per le imprese, incentivando investimenti in efficienza energetica e rinnovabili, con un quadro normativo chiaro e procedure definite.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

03 Giu

SALUTE DEL SUOLO: OLTRE €130 MILIONI PER PROGETTI COLLABORATIVI DI RICERCA CON LE MISSIONI DI HORIZON EUROPE

SALUTE DEL SUOLO: OLTRE €130 MILIONI PER PROGETTI COLLABORATIVI DI RICERCA CON LE MISSIONI DI HORIZON EUROPE

SALUTE DEL SUOLO: OLTRE €130 MILIONI PER PROGETTI COLLABORATIVI DI RICERCA CON LE MISSIONI DI HORIZON EUROPE

Tramite il bando “A Soil Deal for Europe” (HORIZON-MISS-2024-SOIL-01), la Commissione Europea finanzia progetti di ricerca e innovazione mirati a ripristinare e proteggere la salute del suolo in Europa e oltre, al fine di garantire cibo e acqua sicuri, ecosistemi sani e maggiore resilienza di fronte ai disastri naturali.

I progetti possono focalizzarsi su vari argomenti cruciali come l’erosione del suolo, i flussi di azoto, la salute del suolo e degli impollinatori, la biodiversità del suolo, le colture sane, l’agricoltura a basso impatto di carbonio e le torbiere forestali. Inoltre, sono previste nuove opportunità di finanziamento per la creazione di Living Labs e per la cooperazione sulla salute del suolo in Africa.

Il bando ha un budget complessivo di € 134.5 mln ed è costituito da 9 topics:

  • (HORIZON-MISS-2024-SOIL-01-01): Co-creating solutions for soil health in Living Labs
  • (HORIZON-MISS-2024-SOIL-01-02): Living Labs in urban areas for healthy soils
  • (HORIZON-MISS-2024-SOIL-01-03): Towards a dynamic monitoring system to assess status and spatiotemporal changes of soil erosion at European scale
  • (HORIZON-MISS-2024-SOIL-01-04): Systems to quantify nitrogen fluxes and uncertainties in European landscapes
  • (HORIZON-MISS-2024-SOIL-01-05): Soil health, pollinators and key ecosystem functions
  • (HORIZON-MISS-2024-SOIL-01-06): Harnessing the multifunctional potential of soil biodiversity for healthy cropping systems
  • (HORIZON-MISS-2024-SOIL-01-07): Development of high spatial-resolution monitoring approaches and geographically-explicit registry for carbon farming
  • (HORIZON-MISS-2024-SOIL-01-08): Managing forest peatsoils
  • (HORIZON-MISS-2024-SOIL-01-09): Assessment of Soil Health in Africa

La scadenza per presentare la propria proposta attraverso il Portale EU Funding & Tenders è fissata al 8 ottobre 2024

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: Commissione Europea

03 Giu

Energia nucleare: € 3 mln stanziati per il nuovo bando del programma Euratom

Energia nucleare: € 3 mln stanziati per il nuovo bando del programma Euratom

È aperto il nuovo bando pubblicato nell’ambito dell’ Euratom Research and Training Programme (EURATOM). Il programma intende continuare le attività di ricerca e formazione nel settore nucleare, con un focus particolare sul costante miglioramento della sicurezza nucleare, della protezione nucleare e della radioprotezione. Contribuisce inoltre a raggiungere gli obiettivi di Horizon Europe, anche in relazione alla transizione energetica.

Il bando contiene due topics:

  1. European Fusion Industry Platform and preparation for a Public-Private Partnership on Fusion Energy (HORIZON-EURATOM-2024-NRT-01-01): questo topic ha l’obbiettivo di creare una Partnership Pubblico-Privato (PPP) allo scopo di affrontare le sfide tecniche e industriali legate all’implementazione dell’energia della fusione. Allo stesso tempo, quest’azione mira a garantire un approvvigionamento competitivo e una catena del valore europea attraverso iniziative quali:
  • la creazione di un’associazione europea che rappresenti l’industria dell’energia da fusione;
  • la redazione di un’agenda strategica per la ricerca e l’innovazione nel settore;
  • il soddisfacimento di ulteriori requisiti rilevanti, come la formulazione di un memorandum d’intesa.
  1. European Nuclear Skills Initiative (HORIZON-EURATOM-2024-NRT-01-02): questo topic finanzierà un progetto che dovrà contribuire ai seguenti obbiettivi:
  • stabilire un’iniziativa europea a lungo termine, guidata dall’industria e caratterizzata da attività di ricerca e formazione, con lo scopo di affrontare le carenze di personale qualificato nel settore nucleare e radiologo dell’UE;
  • progettare e testare una strategia per attrarre nuove persone nel settore, con focus sulla formazione e trasferimento di competenze digitali;
  • mantenere livelli alti di sicurezza nucleare e di protezione dalle radiazioni

Posso partecipare al bando tutti i soggetti giuridici stabiliti in uno degli Stati membri dell’UE, i paesi e territori d’oltremare (PTOM) e i paesi associati al programma Euratom.

Il budget complessivo è di € 3.000.000, € 1.500.000 per ciascun topic

La scadenza per presentare la propria proposta attraverso il Portale EU Funding & Tenders è fissata al 17 settembre 2024.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: Energit

03 Giu

ADATTAMENTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI E SPECCHI D’ACQUA PIU’ PULITI: €230 MILIONI DISPONIBILI CON LE MISSIONI DI HORIZON EUROPE

ADATTAMENTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI E SPECCHI D’ACQUA PIU’ PULITI: €230 MILIONI DISPONIBILI CON LE MISSIONI DI HORIZON EUROPE

In linea con il programma di lavoro Horizon Europe 2023-2025, la Commissione Europea ha lanciato tre nuovi inviti a presentare proposte nell’ambito delle missioni “Adattamento ai cambiamenti climatici” e “Ripristinare i nostri oceani e le nostre acque entro il 2030”. Questi inviti offrono complessivamente € 233,7 mln in finanziamenti dell’UE, con scadenza per la presentazione delle proposte fissata al 18 settembre 2024.

I nuovi bandi sono i seguenti:

  • HORIZON-MISS-2024-CLIMA-01: “Supporting the implementation of the EU Mission Adaptation to Climate Change”. Budget disponibile: € 123.97 mln
  • HORIZON-MISS-2024-OCEAN-01: “Actions for the implementation of the Mission Restore our ocean and waters by 2030”. Budget disponibile: € 55.7 mln
  • HORIZON-MISS-2024-OCEAN-02: “Support to communities of actors for the Mission Restore our ocean and waters by 2030”. Budget disponibile € 54 mln

Horizon Europe è il principale programma di finanziamento dell’UE per la ricerca e l’innovazione, con un budget totale di 95,5 miliardi di euro. Le Missioni dell’UE, una novità del programma per il periodo 2021-2027, sono progettate per fornire soluzioni concrete a sfide globali critiche, con obiettivi ambiziosi e risultati attesi entro il 2030.

I requisiti per la presentazione di una proposta progettuale sono dettagliati nei documenti pubblicati sulle singole pagine dei bandi. Le proposte verranno valutate da esperti indipendenti selezionati dal database dei valutatori esterni della Commissione Europea. I candidati riceveranno i risultati della valutazione entro cinque mesi dalla scadenza per la presentazione delle proposte, e le convenzioni di sovvenzione saranno firmate entro otto mesi dalla scadenza.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: Cinea

03 Giu

EU4Health: € 149 mln disponibili per nuovi bandi nell’area della preparazione alle crisi sanitarie

EU4Health: € 149 mln disponibili per nuovi bandi nell’area della preparazione alle crisi sanitarie

L’Agenzia esecutiva europea per la salute e il digitale (HaDEA) ha lanciato quattro nuovi bandi nel campo della preparazione alle crisi, come parte del programma di lavoro EU4Health per il 2024.

EU4Health è il quarto e più ampio programma sanitario dell’UE. Questo programma non solo rappresenta una risposta ambiziosa alla crisi del COVID-19, ma mira anche a migliorare la resilienza dei sistemi sanitari europei. EU4Health offre finanziamenti alle autorità nazionali, alle organizzazioni sanitarie e ad altri enti attraverso sovvenzioni e appalti pubblici, contribuendo a rendere l’Europa più sana.

Queste azioni supportano la priorità politica di potenziare la preparazione alle crisi e la risposta alle future emergenze sanitarie, focalizzandosi sulle contromisure mediche e sugli agenti patogeni prioritari con potenziale pandemico.

Il budget complessivo ammonta a € 149 mln, suddiviso tra i seguenti topics:

  • EU4H-2024-PJ-01-1 (CP-g-24-10): Call for proposals on the European Hub for vaccine development (HERA) (Budget: € 102 mln)
  • EU4H-2024-PJ-01-2 (CP-g-24-11): Call for proposals for next-generation respiratory protection (HERA) (Budget: € 20 mln)
  • EU4H-2024-PJ-01-3 (CP-g-24-12): Call for proposals to support innovative manufacturing technologies and processes in the Union for medicines production (HERA) (Budget: € 17 mln)
  • EU4H-2024-PJ-01-4 (CP-g-24-105): Call for proposals to support the development of novel antivirals (HERA) (Budget: € 10 mln)

La scadenza per presentare la propria proposta attraverso il Portale EU Funding & Tenders è fissata al 5 settembre 2024.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: HaDEA