10 Ago

NEWSLETTER AGOSTO 2023

NEWSLETTER AGOSTO 2023

FINANZIAMENTI NAZIONALI

MEZZOGIORNO: € 300 MILIONI A SOSTEGNO DI PROGETTI INNOVATIVI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE
Il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha firmato il decreto che assegna 300 milioni di euro a sostegno di progetti innovativi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale per la competitività delle piccole e medie imprese del Mezzogiorno, che facciano utilizzo di tecnologie abilitanti fondamentali (KETs) e, in particolare, materiali avanzati e nanotecnologia, fotonica e micro/nano elettronica, sistemi avanzati di produzione, tecnologie delle scienze della vita, intelligenza artificiale, connessione e sicurezza digitale.
Potranno presentare domanda imprese industriali, agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale e, come co-proponenti del progetto, imprese agricole e organismi di ricerca. Sono ammissibili progetti innovativi collaborativi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, che facciano utilizzo di KETs, in coerenza con le aree tematiche della cosiddetta “Strategia nazionale di specializzazione intelligente”.
Apertura sportello: definita dal Ministero con successivi provvedimenti.

Per maggiori informazioni

NUOVI INCENTIVI PER GLI INVESTIMENTI SOSTENIBILI 4.0 NEL MEZZOGIORNO
Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, con una dotazione complessiva di € 400 milioni, ha firmato il decreto che istituisce un nuovo bando finalizzato per rafforzare la crescita sostenibile e la competitività delle piccole e medie imprese (PMI) dei territori delle regioni del Mezzogiorno (Molise, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna), sostenendo processo di transizione mediante l’incentivazione di investimenti imprenditoriali innovativi, che facciano ampio ricorso alle tecnologie digitali, secondo il Piano Transizione 4.0.
I progetti dovranno prevedere spese ammissibili non inferiori complessivamente a € 750.000,00 e non superiori a € 5.000.000,00. L’incentivo pubblico potrà coprire fino al 75% dalle spese ritenute ammissibili con un’agevolazione articolata in un contributo e in un finanziamento agevolato.

Per maggiori informazioni

BREVETTI+ 2023
Il Decreto ministeriale del 3 agosto 2023, ha fissato al 24 ottobre 2023 la data di riapertura dello sportello per l’incentivo Brevetti+, con una dotazione finanziaria è di 20 milioni di euro.
Le micro, piccole e medie imprese potranno quindi chiedere nuovamente i contributi per valorizzare i brevetti più attuali e i progetti più qualificati che derivano dai risultati della ricerca pubblica e privata.
Apertura sportello: 24 ottobre 2023

Per maggiori informazioni

CONTRATTI DI SVILUPPO FILIERE PRODUTTIVE
Con una dotazione di 391,8 milioni di euro, sarà aperto a partire dalle ore 12.00 del giorno 28 luglio 2023 e fino alle ore 12.00 del giorno 13 ottobre 2023 un nuovo sportello per la presentazione di domande a valere sullo strumento agevolativo dei Contratti di sviluppo, dedicato a specifiche filiere produttive.
Apertura sportello: 28 luglio 2023
Chiusura sportello: 13 ottobre 2023

Per maggiori informazioni

È ON-LINE LA NUOVA GAMMA DEI FINANZIAMENTI AGEVOLATI SIMEST
Si è aperta il 27 luglio 2023 la nuova stagione dei finanziamenti Simest per la competitività internazionale delle imprese e delle filiere italiane.
Aggiornata e ampliata la gamma degli strumenti: ai finanziamenti per l’apertura di sedi all’estero, per lo sviluppo dell’e-commerce, per la partecipazione a fiere internazionali e per l’inserimento di un Temporary Manager, si affiancano i nuovi strumenti Transizione Digitale e/o Ecologica e Certificazioni e consulenze. Inoltre, per le PMI innovative, giovanili, femminili o con sede operativa al sud e per le imprese con requisiti di sostenibilità, è possibile accedere ad una quota di cofinanziamento a fondo perduto fino a 10%.
Apertura sportello: 27 luglio 2023

Per maggiori informazioni

PARCO AGRISOLARE – SECONDO BANDO: APERTURA SPORTELLO
E’ stato pubblicato l’Avviso che approva il Regolamento operativo sulle modalità di presentazione delle domande di accesso agli incentivi per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, a cui sono destinati 1,5 miliardi di euro nell’ambito della misura PNRR “Parco Agrisolare”.
Apertura sportello: 12 settembre 2023

Per maggiori informazioni

AIUTI AL SOSTEGNO E ALL’ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI E PER IL RAFFORZAMENTO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA DELLA REGIONE CAMPANIA
È stato approvato il decreto dirigenziale n. 284 del17/04/2023 con le prime informazioni relative all’Avviso pubblico “Aiuti al sostegno e all’attrazione degli investimenti e per il rafforzamento della struttura produttiva della Regione Campania”.
Sono ammissibili programmi di importo compreso tra € 2.000.0000 e € 34.000.000, composti da progetti di investimento produttivo e da eventuali progetti di ricerca e sviluppo e piani di formazione per la qualificazione delle competenze dei lavoratori.
Apertura sportello: 30 maggio 2023
Chiusura sportello: 29 settembre2023

Per maggiori informazioni

ATTRAZIONE E SOSTEGNO DELLA PROPENSIONE AGLI INVESTIMENTI NEL TERRITORIO PIEMONTESE
La Regione Piemonte ha approvato con D.D. n. 329 del 31 maggio 2023 i Bandi A) e B) della Misura “Attrazione e sostegno della propensione agli investimenti nel territorio”, approvata con D.G.R. n. 27-7122 del 26 giugno 2023 e fissato l’apertura degli sportelli di presentazione delle domande.
La misura ha l’obiettivo di favorire l’incremento della propensione agli investimenti del sistema produttivo, attraverso l’attrazione e lo sviluppo di nuovi investimenti idonei ad agire da volano per il consolidamento della competitività del tessuto imprenditoriale locale, delle filiere e dei sistemi produttivi, anche valorizzando le aree produttive esistenti libere e riqualificando quelle dismesse.
Apertura sportello: 05 ottobre 2023
Chiusura sportello: 28 giugno 2024

Per maggiori informazioni

PIEMONTE: BANDO SWICH, SUPPORTO ALLE ATTIVITÀ DI RICERCA, SVILUPPO, INNOVAZIONE E ALLE FASI DI INDUSTRIALIZZAZIONE
La Regione Piemonte ha pubblicato il bando SWIch – Sostegno alle attività RSI e alla valorizzazione economica dell’innovazione, che si pone il duplice obiettivo di sostenere:

  • lo sviluppo e/o l’avanzamento di risultati scientifici e tecnologici di rilievo negli ambiti di ricerca individuati nella Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente 2021 -2027 della Regione Piemonte;
  • nel caso di progetti ad uno stadio più avanzato, la relativa validazione e incorporazione nei processi produttivi/nell’offerta delle imprese in corrispondenza di un dimostrabile vantaggio competitivo e di concrete opportunità di business a livello singolo o di filiera.

Apertura sportello: 21 settembre 2023

Per maggiori informazioni

 

FINANZIAMENTI EUROPEI

INDUSTRIA 5.0: AL VIA IL SECONDO PROGRAMMA DI ACCELERAZIONE DEL PROGETTO SURE5.0, CON INIZIATIVA PARTNER
Il progetto SURE5.0, finanziato dall’UE e di cui Iniziativa è partner, ha appena lanciato il suo secondo programma di accelerazione rivolto alle PMI che necessitano di adottare tecnologie o servizi per trasformare digitalmente i loro processi produttivi e renderli più incentrati sull’uomo, sostenibili e resilienti. Il programma è una nuova opportunità per le PMI di ricevere servizi su misura e finanziamenti fino a 50.000 euro per i loro progetti di transizione verso l’Industria 5.0.
I candidati ammissibili sono le PMI stabilite nell’Unione Europea o nei Paesi associati all’UE che operano nei settori della mobilità, dei trasporti e dell’automotive; Aerospazio e Difesa; e gli ecosistemi industriali dell’elettronica.
Scadenze: 25 ottobre 2023; 3 gennaio 2024; 28 febbraio 2024

Per maggiori informazioni

INIZIATIVA INNOVATIVA PER LA SALUTE: €200 MILIONI PER PROGETTI DI RICERCA
L’Innovative Health Initiative (IHI) ha lanciato due nuovi inviti a presentare proposte con argomenti sugli impatti ambientali dell’assistenza sanitaria; affrontare l’uso degli animali nella ricerca; e la generazione di dati sanitari sintetici per la ricerca, tra le altre cose.
Il finanziamento dell’UE per gli inviti ammonta a quasi 200 milioni di euro, che proverranno da Horizon Europe, il programma di ricerca e innovazione dell’UE. I partner industriali di IHI e i partner contribuenti di IHI impegneranno un importo equivalente per i progetti, principalmente attraverso contributi in natura come il tempo dei loro ricercatori e l’accesso a risorse e attrezzature, ad esempio.
Scadenze: 8 Novembre 2023 e 16 Gennaio 2024 (a seconda dell’argomento)

Per maggiori informazioni

SOSTENIBILITA’ NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI: NUOVO BANDO DEL PARTENARIATO CIRCULAR BIO-BASED EUROPE
Il partenariato europeo Circular Bio-Based Europe ha pubblicato un invito a presentare proposte di progetto da €1 milione per preparare la creazione di una rete di formazione per la riqualificazione e il miglioramento delle competenze dei lavoratori nel settore delle costruzioni. La rete contribuirà all’iniziativa New European Bauhaus e farà parte della sua Accademia, che mira a promuovere soluzioni a base biologica e una migliore circolarità nell’edilizia.
Questo bando competitivo aperto CBE JU invita proposte di progetto per sostenere la creazione della nuova rete europea Bauhaus Academy attraverso attività come la progettazione della sua struttura e procedure; sviluppo di programmi di formazione; creazione di uno spazio collaborativo online; mappatura delle sinergie con reti e iniziative pertinenti; e promuovere il networking e le collaborazioni, tra gli altri.
Scadenza: 4 Ottobre 2023

Per maggiori informazioni

CIELO DIGITALE EUROPEO: € 25 MILIONI PER PROGETTI DI RICERCA
L’impresa comune SESAR 3 (SESAR 3 JU) ha pubblicato il secondo invito aperto rivolto alla ricerca esplorativa nell’ambito del suo programma di ricerca e innovazione Digital European Sky. L’invito copre un’ampia gamma di argomenti volti a generare concetti, metodologie e tecnologie innovative per supportare la realizzazione di un cielo digitale europeo.
I progetti selezionati saranno finanziati nell’ambito del programma di ricerca e innovazione Horizon Europe. Il bando di ricerca esplorativa (HORIZON-SESAR-2023-DES-ER-02) mira a promuovere idee nuove e innovative legate alla politica dell’UE per trasformare la gestione del traffico aereo in Europa, oltre a incoraggiare lo scambio coordinato di conoscenze e stimolare l’acquisizione di skills nell’Air Traffic Management (ATM) da parte della forza lavoro europea.
Scadenza: 15 novembre 2023

Per maggiori informazioni

PROGRAMMA UE DELLA SALUTE: 12 NUOVI BANDI PER EU4HEALTH
EU4Health è il quarto programma dell’Unione europea dedicato alla salute in vigore per il periodo 2021-2027. Il programma punta a integrare le politiche degli Stati membri al fine di migliorare la salute umana garantendone la protezione in tutte le politiche e attività dell’Unione, in linea con l’approccio One Health.
Sono stati pubblicati 12 bandi su argomenti quali le malattie non trasmissibili, malattie neurologiche, malati di cancro e sopravvissuti, salute mentale, pediatria e altri ancora. Il budget disponibile totale è di €19.960.000.
Scadenza: 17 ottobre 2023

Per maggiori informazioni

EUROPEAN DEFENCE FUND: PUBBLICATI I NUOVI BANDI 2023
Il 15 giugno verranno aperte tre tipologie di bandi nel contesto del Fondo Europeo di Difesa (EDF). Due giornate informative dedicate ai potenziali candidati si terranno a Bruxelles e online il 28 e 29 Giugno 2023.

  1. Attraverso la call per Azioni di Sviluppo (DA), L’EDF intende rafforzare la competitività, le capacità d’innovazione e l’efficienza della base tecnologica e industriale della difesa europea. Il Fondo prevede un budget di €714,5 milioni.
  2. Con la call “Non-thematic development actions by SMEs”, dotata di un budget di €36 milioni, l’EDF vuole incoraggiare lo sviluppo da parte di PMI di prodotti, soluzioni e tecnologie di difesa innovative, comprese quelle che possono migliorare la preparazione, l’affidabilità, la sicurezza e la sostenibilità delle forze armate nelle missioni di difesa.
  3. La call “Non-thematic research actions by SMEs and research organisations” sostiene il ruolo delle PMI innovative e degli organismi di ricerca nel portare avanti l’innovazione nella ricerca sulla difesa, possibilmente adattando le tecnologie dalle applicazioni civili o affrontando la guerra ibrida.

Scadenza per tutti i bandi: 22 novembre 2023

Per maggiori informazioni

 

NEWS ED EVENTI

CHIUSA LA OPEN CALL DEL PROGETTO EUROPEO TRACE A FAVORE DELLE PMI DEL SETTORE TURISTICO
Lunedì 31 luglio 17 CET si è chiusa la Open Call del progetto europeo TRACE.
TRACE è un progetto co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma per il Mercato Unico (SMP COSME), che mira a fornire servizi di sostenibilità come strategie, attività di formazione e strumenti per le PMI del turismo desiderose di innovare i propri modelli di business e migliorare le proprie prestazioni da una prospettiva di sostenibilità e circolarità.
Per raggiungere gli obiettivi del progetto, il consorzio TRACE ha lanciato una Open Call attraverso cui le PMI del turismo che hanno presentato la domanda potranno avere accesso a un insieme di servizi e sostegno finanziario per aumentare la consapevolezza, lo sviluppo e la capacità di integrare innovazioni sostenibili nelle loro pratiche commerciali, adottando la sostenibilità, la resilienza e la circolarità come motori della loro competitività nello scenario del mercato turistico globale in rapida evoluzione. La Open Call era aperta alle PMI dei paesi del Belgio, Cipro, Italia, Romania e Spagne e ha ricevuto in totale 127 submission che saranno oggetto di valutazione da parte di una commissione di esperti per identificare, entro il 30 settembre, le PMI che beneficeranno dei servizi del consorzio TRACE per un valore di € 4.000 ai quali va aggiunta anche la possibilità per le PMI beneficiarie di ricevere un finanziamento diretto di un massimo di € 7.200 per implementare il loro piano di sostenibilità.
Le PMI escluse dal processo di valutazione saranno invitate a partecipare al programma di formazione che il progetto TRACE avvierà nei prossimi mesi.

“PLEDGE FUND” BE.CULTOUR: CONTINUA LA RACCOLTA DELLE CONDIDATURE DELLA STARTUP ALL’INIZIATIVA PILOTA DEL MODELLO DI INVESTIMENTO
Nell’ambito del progetto europeo Be.CULTOUR, Iniziativa ha sviluppato e lanciato il modello di investimento “Pledge Fund” Be.CULTPUR, il cui obiettivo è far incontrare startup innovative e a vocazione sociale italiane e investitori per avviare programmi d’investimento circolari in ambito turistico, culturale, creativo e del patrimonio culturale, che siano in grado di valorizzare il territorio e di creare impatto nella comunità di riferimento.
Al “Pledge Fund” possono partecipare sia investitori professionali che persone giuridiche e fisiche, nonché aggregazioni di persone, che potranno contribuire alle iniziative selezionate sia sotto forma di equity, che come contributo in-kind rappresentato da servizi, disponibilità di beni mobili e immobili, know-how ecc., valorizzando l’ecosistema dell’innovazione locale.
Infine, le startup selezionate avranno l’opportunità di usufruire di un pacchetto di servizi mirati a supportare la maturità degli investimenti attraverso attività quali la rivisitazione del modello di business, l’aggiornamento del piano finanziario, il supporto allo sviluppo commerciale, l’assistenza nell’organizzazione aziendale e molto altro ancora. Il Management team individuerà anche ulteriori opportunità di finanziamento in base alle esigenze finanziarie specifiche per supportare lo sviluppo e l’espansione delle singole start-up.
ll PF Be.CULTOUR si propone di creare una sinergia tra startup innovative e a vocazione sociale e investitori consapevoli, convinti dell’equilibrio tra profitto e impatto positivo. Questa iniziativa apre le porte agli investimenti e alle risorse, consentendo lo sviluppo di idee innovative e la realizzazione di un cambiamento significativo.

Clicca qui per maggiori informazioni sull’iniziativa oppure scrivi a support@iniziativa.cc

 

10 Ago

PIEMONTE: BANDO SWICH, SUPPORTO ALLE ATTIVITÀ DI RICERCA, SVILUPPO, INNOVAZIONE E ALLE FASI DI INDUSTRIALIZZAZIONE

PIEMONTE: BANDO SWICH, SUPPORTO ALLE ATTIVITÀ DI RICERCA, SVILUPPO, INNOVAZIONE E ALLE FASI DI INDUSTRIALIZZAZIONE

La Regione Piemonte ha pubblicato il bando SWIch – Sostegno alle attività RSI e alla valorizzazione economica dell’innovazione, che si pone il duplice obiettivo di sostenere:

  1. lo sviluppo e/o l’avanzamento di risultati scientifici e tecnologici di rilievo negli ambiti di ricerca individuati nella Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente 2021 -2027 della Regione Piemonte;
  2. nel caso di progetti ad uno stadio più avanzato, la relativa validazione e incorporazione nei processi produttivi/nell’offerta delle imprese in corrispondenza di un dimostrabile vantaggio competitivo e di concrete opportunità di business a livello singolo o di filiera.

Il bando è rivolto a micro, piccole, medie imprese (anche innovative), startup innovative, small-mid caps, e partenariati composti anche da mid caps, grandi imprese, organismi di ricerca, con una dotazione finanziaria complessiva di 80 milioni di euro sulla prima finestra agevolativa, ripartita tra le seguenti due linee di intervento:

  • Linea 1 – Supporto alle attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale;
  • Linea 2 – Supporto alle attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione in fase avanzata configuranti un piano definito di valorizzazione industriale/commerciale dei risultati.

Le due Linee di intervento a loro volta si articolano in due ulteriori tipologie di intervento in base a tipo di beneficiario ammesso, ampiezza del partenariato, dimensione dell’investimento, livello di complessità delle sfide/degli obiettivi alla base della proposta e della maturità tecnologica di partenza e di arrivo.

L’agevolazione consiste in contributi a fondo perduto.

La data di apertura del primo sportello del bando è il 21 settembre 2023.

Scheda Bando Swich

Per maggiori informazioni manda una mail a finanza@iniziativa.cc

10 Ago

PARCO AGRISOLARE – SECONDO BANDO: Apertura sportello

PARCO AGRISOLARE – SECONDO BANDO: Apertura sportello

E’ stato pubblicato l’Avviso che approva il Regolamento operativo sulle modalità di presentazione delle domande di accesso agli incentivi per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, a cui sono destinati 1,5 miliardi di euro nell’ambito della misura PNRR “Parco Agrisolare”.

La misura finanzia l’installazione di impianti fotovoltaici con potenza di picco non inferiore a 6 kWp e non superiore a 500 kWp inclusa l’installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica e/o di dispositivi di ricarica elettrica per la mobilità sostenibile.

Unitamente a tale attività, possono essere eseguiti uno o più interventi complementari di riqualificazione dei fabbricati ai fini del miglioramento dell’efficienza energetica delle strutture quali la rimozione e lo smaltimento dell’amianto dai tetti, la realizzazione dell’isolamento termico dei tetti e la realizzazione di un sistema di aerazione.

Le domande di accesso dovranno essere presentate attraverso il portale messo a disposizione dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. dalle ore 12:00 del 27 settembre fino alle ore 12:00 del 27 ottobre 2022.
Le agevolazioni verranno concesse mediante una procedura a sportello sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Scheda Parco Agrisolare

Per maggiori informazioni manda una mail a finanza@iniziativa.cc

10 Ago

ATTRAZIONE E SOSTEGNO DELLA PROPENSIONE AGLI INVESTIMENTI NEL TERRITORIO PIEMONTESE

ATTRAZIONE E SOSTEGNO DELLA PROPENSIONE AGLI INVESTIMENTI NEL TERRITORIO PIEMONTESE

La Regione Piemonte ha approvato con D.D. n. 329 del 31 maggio 2023 i Bandi A) e B) della Misura “Attrazione e sostegno della propensione agli investimenti nel territorio”, approvata con D.G.R. n. 27-7122 del 26 giugno 2023 e fissato l’apertura degli sportelli di presentazione delle domande.

La misura si articola in due Bandi:

  • Bando A che ha l’obiettivo di: a) incentivare gli investimenti da parte di imprese non ancora attive in Piemonte; b) attrarre imprese piemontesi che hanno delocalizzato la produzione all’estero ma che intendano reinsediarsi nel territorio regionale; c) consolidare e radicare le imprese già presenti, attraverso il sostegno ad un nuovo investimento funzionalmente diverso da quello esistente; d) incentivare interventi di riqualificazione dei siti produttivi dismessi;
  • Bando B che, limitatamente alle PMI, ha l’obbiettivo di sostenere l’incremento occupazionale determinato dai progetti finanziati dal Bando A.

Possono richiedere le agevolazioni di cui al Bando A le PMI e le imprese a media capitalizzazione con un processo produttivo attivo che si configurino come:

  1. imprese non ancora attive in Piemonte che intendono realizzare un nuovo investimento in Piemonte;
  2. imprese presenti in passato in Piemonte, che intendono reinsediarsi mediante un nuovo investimento;
  3. imprese già attive in Piemonte che intendono realizzare un nuovo investimento iniziale sul territorio regionale.

Possono presentare domanda a valere sull’agevolazione di cui al Bando B esclusivamente le PMI, che abbiano contestualmente presentato domanda di aiuto sul Bando A.

Le attività ammissibili sono:

Bando A:

  1. Investimenti in attivi materiali finalizzati alla realizzazione di nuovi impianti di produzione di beni o servizi da parte di imprese non ancora attive in Piemonte o che hanno delocalizzato e vogliono reinsediarsi nel territorio regionale.
  2. Investimenti in attivi materiali per investitori già presenti in Piemonte che intendono realizzare un investimento per diversificare funzionalmente la produzione esistente, ristrutturare il processo produttivo o incrementare la propria capacità produttiva.
    Per entrambe le tipologie di interventi, ai fini dell’ammissibilità, sarà richiesto un incremento occupazionale minimo determinato in ragione della dimensione d’impresa.

L’importo minimo degli investimenti non potrà essere inferiore a:

  • € 150.000 per le piccole imprese
  • € 300.000 per le medie imprese
  • € 750.000 per le piccole imprese a media capitalizzazione e imprese a media capitalizzazione e comunque non superiore ad € 3.000.000.

Bando B: Sono ammissibili alla sovvenzione i posti di lavoro generati dagli interventi finanziati dal Bando A, con riferimento all’unità locale oggetto dell’investimento, per un importo di agevolazione massimo di 200.000,00 in regime “de minimis”.

 L’agevolazione consiste nell’erogazione di un finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto. Nello specifico:

  • Bando A: finanziamento agevolato erogato a copertura del 100% dell’investimento ammesso, di cui il 70% a tasso zero e il 30% a tasso bancario; a chiusura del progetto, limitatamente alle PMI, sarà erogata la sovvenzione a fondo perduto calcolata con riferimento alle spese sostenute.
  • Bando B: sovvenzione a fondo perduto in “de minimis” calcolata con riferimento alle assunzioni collegate al progetto.

La domanda sul Bando A potrà essere presentata a partire dalle ore 9.00 del giorno 5 ottobre 2023 e fino alle ore 12 del giorno 28 giugno 2024, tramite accesso alla procedura informatizzata.

La domanda a valere sul Bando B dovrà essere presentata non oltre 7 giorni di calendario dalla presentazione della domanda sul Bando A.

Per maggiori informazioni clicca qui -> Scheda ATTRAZIONE E SOSTEGNO DELLA PROPENSIONE AGLI INVESTIMENTI NEL TERRITORIO

Per maggiori informazioni manda una mail a finanza@iniziativa.cc

10 Ago

BREVETTI+ 2023

BREVETTI+ 2023

Con il Decreto ministeriale del 3 agosto 2023, è stata fissata al 24 ottobre 2023 la data di riapertura dello sportello per l’incentivo Brevetti+.
La dotazione finanziaria è di 20 milioni di euro.
Possono beneficiare delle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese, anche di nuova costituzione, aventi sede legale ed operativa in Italia, che si trovino in una delle seguenti condizioni:

  1. titolari di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia successivamente al 01/01/2022 ovvero titolari di una licenza esclusiva trascritta all’UIBM di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia successivamente al 01/01/20221.
  2. titolari di una domanda nazionale di brevetto per invenzione industriale depositata successivamente al 01/01/2021 con un rapporto di ricerca con esito “non negativo”;
  3. titolari di una domanda di brevetto europeo o di una domanda internazionale di brevetto depositata successivamente al 01/01/2021, con il relativo rapporto di ricerca con esito “non negativo”, che rivendichi la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto, purché la domanda nazionale di priorità non sia stata già ammessa alle agevolazioni Brevetti+ di cui ai precedenti bandi.

È ammissibile l’acquisto di servizi specialistici relativi alle seguenti Macroaree:

  1. progettazione, ingegnerizzazione e industrializzazione;
  2. organizzazione e sviluppo;
  3. trasferimento tecnologico.

Le agevolazioni prevedono un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 140.000 euro che non può superare l’80% dei costi ammissibili.

Per maggiori informazioni clicca qui -> Scheda Brevetti+ 2023

Per maggiori informazioni manda una mail a finanza@iniziativa.cc

09 Ago

CONTRATTI DI SVILUPPO FILIERE PRODUTTIVE

CONTRATTI DI SVILUPPO FILIERE PRODUTTIVE

Con una dotazione di 391,8 milioni di euro, sarà aperto a partire dalle ore 12.00 del giorno 28 luglio 2023 e fino alle ore 12.00 del giorno 13 ottobre 2023 un nuovo sportello per la presentazione di domande a valere sullo strumento agevolativo dei Contratti di sviluppo, dedicato a specifiche filiere produttive.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di qualsiasi dimensione che presentino programmi industriali comprendenti progetti di investimento produttivo e, eventualmente, progetti di ricerca e sviluppo.

I programmi di sviluppo possono essere realizzati:

  • da più imprese operanti nella filiera di riferimento, a condizione che i singoli progetti di investimento risultino strettamente connessi e funzionali alla nascita, allo sviluppo o al rafforzamento della filiera medesima;
  • da una sola impresa, a condizione che il programma di sviluppo presenti forti elementi di integrazione con la filiera di appartenenza e sia in grado di produrre positivi effetti, in termini di sviluppo e rafforzamento, anche sugli altri attori della filiera medesima non partecipanti al programma di sviluppo.

Le domande di Contratto di sviluppo devono avere ad oggetto la realizzazione di programmi di sviluppo concernenti le seguenti filiere produttive strategiche per lo sviluppo del sistema Paese:

  • aerospazio e aeronautica;
  • design, moda e arredo;
  • metallo ed elettromeccanica;
  • chimico e farmaceutico;
  • gomma e plastica;
  • alimentare (esclusa trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli).

Ai fini dell’ammissibilità i programmi devono prevedere:

  • spese e costi ammissibili non inferiori a 20 milioni di euro;
  • avere una durata non superiore a 36 mesi (estendibile di 18 mesi sulla base di motivata richiesta da parte del proponente);
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni;
  • essere realizzati nelle aree del territorio nazionale del Centro-Nord, diverse da quelle classificate quali “zone a” nell’ambito della Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale vigente (Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna).

Le agevolazioni, concesse ai sensi della sezione 3.13 del Temporary Framework Covid-19 in vigore fino al 31/12/2023, saranno erogate esclusivamente in forma di contributo in conto impianti (per gli investimenti produttivi) e di contributo diretto alla spesa (per i progetti di ricerca e sviluppo).

È prevista la formazione di una graduatoria per la determinazione dell’ordine di avvio all’istruttoria, basata su specifici criteri di valutazione dei programmi:

  • positivo impatto sull’occupazione, specialmente di personale qualificato;
  • innovatività, determinata dall’acquisto di beni strumentali “Industria 4.0”;
  • coinvolgimento delle piccole e medie imprese (PMI).

Inoltre, potranno beneficiare di criteri premiali ai fini della graduatoria, le imprese proponenti insignite del rating di legalità o in possesso di certificazioni ambientali.

Per maggiori informazioni clicca qui -> Scheda Contratti di sviluppo filiere produttive

Per maggiori informazioni manda una mail a finanza@iniziativa.cc

09 Ago

SOSTENIBILITA’ NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI: NUOVO BANDO DEL PARTENARIATO CIRCULAR BIO-BASED EUROPE

SOSTENIBILITA’ NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI: NUOVO BANDO DEL PARTENARIATO CIRCULAR BIO-BASED EUROPE

Il partenariato europeo Circular Bio-Based Europe ha pubblicato un invito a presentare proposte di progetto da €1 milione per preparare la creazione di una rete di formazione per la riqualificazione e il miglioramento delle competenze dei lavoratori nel settore delle costruzioni. La rete contribuirà all’iniziativa New European Bauhaus e farà parte della sua Accademia, che mira a promuovere soluzioni a base biologica e una migliore circolarità nell’edilizia.

Questo bando competitivo aperto CBE JU invita proposte di progetto per sostenere la creazione della nuova rete europea Bauhaus Academy attraverso attività come la progettazione della sua struttura e procedure; sviluppo di programmi di formazione; creazione di uno spazio collaborativo online; mappatura delle sinergie con reti e iniziative pertinenti; e promuovere il networking e le collaborazioni, tra gli altri.

Il finanziamento dell’invito sostiene la priorità strategica dell’Agenda strategica per l’innovazione e la ricerca dell’impresa comune CBE “1.2.3: facilitare lo sviluppo di competenze nei settori a base biologica migliorando l’istruzione superiore e lo sviluppo delle competenze” ed è collegato all’obiettivo specifico dell’impresa comune CBE “1.2: Aumentare e integrare la capacità di ricerca e innovazione delle parti interessate in tutta l’Unione”. La tipologia dei progetti sostenuti è quella di un’azione di coordinamento e sostegno (CSA).

Scadenza: 4 Ottobre 2023

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Fonte: CBE Joint Undertaking

Fonte immagine: NVB Stocker – Adobe Stock

09 Ago

INDUSTRIA 5.0: AL VIA IL SECONDO PROGRAMMA DI ACCELERAZIONE DEL PROGETTO SURE5.0, CON INIZIATIVA PARTNER

INDUSTRIA 5.0: AL VIA IL SECONDO PROGRAMMA DI ACCELERAZIONE DEL PROGETTO SURE5.0, CON INIZIATIVA PARTNER

Il progetto SURE5.0, finanziato dall’UE e di cui Iniziativa è partner, ha appena lanciato il suo secondo programma di accelerazione rivolto alle PMI che necessitano di adottare tecnologie o servizi per trasformare digitalmente i loro processi produttivi e renderli più incentrati sull’uomo, sostenibili e resilienti. Il programma è una nuova opportunità per le PMI di ricevere servizi su misura e finanziamenti fino a 50.000 euro per i loro progetti di transizione verso l’Industria 5.0.

I candidati ammissibili sono le PMI stabilite nell’Unione Europea o nei Paesi associati all’UE che operano nei settori della mobilità, dei trasporti e dell’automotive; Aerospazio e Difesa; e gli ecosistemi industriali dell’elettronica.

Il supporto sarà fornito in due fasi sequenziali:

  • Fase 1 – Valutazione e raccomandazione: fino a 83 PMI riceveranno valutazioni e raccomandazioni individuali per progettare la loro tabella di marcia. Saranno inoltre supportati con servizi su misura da partner come la valutazione della prontezza agli investimenti, il modulo di formazione 5.0 e il supporto iniziale sull’innovazione sociale e la centralità umana.
  • Fase 2 – Trasformazione aziendale e resilienza: almeno 36 PMI riceveranno fino a 50.000 euro di finanziamenti per attuare il loro progetto di transizione, con l’aiuto di esperti inclusi nel catalogo dei fornitori di servizi SURE5.0. Inoltre, i partner continueranno a fornire ulteriori servizi su misura come supporto alle imprese, altri moduli di formazione su richiesta, introduzione al Torneo dell’innovazione sociale e servizi tecnologici avanzati.

In caso di interesse, le aziende devono adottare le seguenti misure:

  1. Compilare lo strumento di autovalutazione, un questionario per conoscere la loro situazione attuale e il potenziale di trasformazione in termini di smart factory, strategia e organizzazione, sostenibilità ambientale, resilienza industriale e centricità umana.
  2. Candidarsi alla fase 1, accedendo alla piattaforma F6S e presentando il relativo modulo di domanda debitamente compilato, unitamente al rapporto di autovalutazione. Il bando di fase 1 sarà aperto dal 28 luglio con tre date-limite:
  • 25 ottobre 2023
  • 3 gennaio 2024
  • 28 febbraio 2024
  1. Fare domanda per la fase 2 (solo per i beneficiari della fase 1), presentando il proprio piano di transizione verso l’Industria 5.0.

Il bando di fase 2 sarà lanciato il 1° marzo 2024 con due date-limite:

  • 3 aprile 2024
  • 31 luglio 2024

Contesto

SURE5.0 è un progetto europeo finanziato nell’ambito del programma Horizon Europe dell’Unione Europea. Il suo obiettivo principale è supportare le PMI nei settori della mobilità, dei trasporti e dell’automotive; Aerospazio e Difesa; ed Ecosistemi industriali dell’elettronica, in modo che possano integrare nei loro processi produttivi i principi dell’industria 5.0: centralità umana, sostenibilità e resilienza. A tal fine, oltre 2,6 milioni di euro saranno forniti come finanziamento a cascata. Il progetto, della durata di 3 anni, è un’iniziativa promossa da 11 partner provenienti da 8 paesi diversi: Aerospace Valley (Francia), AIMEN (Spagna), ANFIA (Italia), CEAGA (Spagna), Corallia (Grecia), EIT Manufacturing West (Spagna), Fraunhofer IPT (Germania), F6S Network Ireland Limited (Irlanda), Iniziativa (Italia), Silicon Alps Cluster (Austria) e Taltech University (Estonia).

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc; SURE5.0 website

09 Ago

INIZIATIVA INNOVATIVA PER LA SALUTE: €200 MILIONI PER PROGETTI DI RICERCA

INIZIATIVA INNOVATIVA PER LA SALUTE: €200 MILIONI PER PROGETTI DI RICERCA

L’Innovative Health Initiative (IHI) ha lanciato due nuovi inviti a presentare proposte con argomenti sugli impatti ambientali dell’assistenza sanitaria; affrontare l’uso degli animali nella ricerca; e la generazione di dati sanitari sintetici per la ricerca, tra le altre cose.

IHI è una partnership tra l’UE e le industrie sanitarie europee. Mira a tradurre la ricerca sanitaria e l’innovazione in benefici reali per i pazienti e la società e garantire che l’Europa rimanga all’avanguardia nella ricerca sanitaria interdisciplinare, sostenibile e incentrata sul paziente. La ricerca e l’assistenza sanitaria coinvolgono sempre più settori diversificati. Sostenendo progetti che uniscono questi settori, l’IHI aprirà la strada a un approccio più integrato all’assistenza sanitaria, coprendo la prevenzione, la diagnosi, il trattamento e la gestione delle malattie.

Il finanziamento dell’UE per gli inviti ammonta a quasi 200 milioni di euro, che proverranno da Horizon Europe, il programma di ricerca e innovazione dell’UE. I partner industriali di IHI e i partner contribuenti di IHI impegneranno un importo equivalente per i progetti, principalmente attraverso contributi in natura come il tempo dei loro ricercatori e l’accesso a risorse e attrezzature, ad esempio.

I bandi si concentrano sui seguenti topic:

  • Rendere più verde il settore sanitario
  • Ridurre l’uso degli animali nella ricerca
  • Migliori esami del sangue per i pazienti
  • Garantire che gli studi clinici rappresentino tutti
  • Un approccio innovativo allo sviluppo di trattamenti per le malattie rare
  • Advancing theranostics – gemellaggio thera(py) con (diag)nostics
  • Migliori risultati per i pazienti colpiti da ictus
  • Aumentare il potenziale dei dati sintetici nella ricerca sanitaria

Scadenze: 8 Novembre 2023 e 16 Gennaio 2024 a seconda dell’argomento

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Fonte: Innovative Health Initiativex

08 Ago

Mezzogiorno: € 300 milioni a sostegno di progetti innovativi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale

Mezzogiorno: € 300 milioni a sostegno di progetti innovativi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale

Il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha firmato il decreto che assegna 300 milioni di euro a sostegno di progetti innovativi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale per la competitività delle piccole e medie imprese della Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, che facciano utilizzo di tecnologie abilitanti fondamentali (KETs) e, in particolare, materiali avanzati e nanotecnologia, fotonica e micro/nano elettronica, sistemi avanzati di produzione, tecnologie delle scienze della vita, intelligenza artificiale, connessione e sicurezza digitale.

Potranno presentare domanda imprese industriali, agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale e, come co-proponenti del progetto, imprese agricole e organismi di ricerca.

Ai fini dell’ammissibilità le imprese devono:

  • trovarsi in regime di contabilità ordinaria;
  • disporre almeno 2 bilanci approvati e depositati presso il registro delle imprese ovvero, nel caso di imprese individuali e società di persone, con almeno 2 dichiarazioni dei redditi presentate;
  • non aver effettuato, nei 2 anni precedenti la presentazione della domanda, una delocalizzazione verso l’unità produttiva oggetto dell’investimento.

Sono ammissibili progetti innovativi collaborativi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, che facciano utilizzo delle seguenti tecnologie abilitanti fondamentali (KETs), in coerenza con le aree tematiche della cosiddetta “Strategia nazionale di specializzazione intelligente”.

  1. materiali avanzati e nanotecnologia;
  2. fotonica e micro/nano elettronica;
  3. sistemi avanzati di produzione;
  4. tecnologie delle scienze della vita;
  5. intelligenza artificiale;
  6. connessione e sicurezza digitale.

Ai fini dell’ammissibilità i progetti devono:

  • essere realizzati nelle regioni meno sviluppate (Molise, Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia, Sardegna);
  • prevedere spese ammissibili comprese tra € 1 milione e € 5 milioni, e comunque non superiori al 60% della media del fatturato relativo agli ultimi due anni;
  • avere una durata compresa tra 18 e 36 mesi;
  • essere avviati entro 3 mesi dalla data di emanazione del decreto di concessione.

Le agevolazioni sono concesse nella forma di:

  • un contributo diretto alla spesa per una percentuale massima pari al:
    • 35% dei costi ammissibili per le piccole imprese;
    • 30% dei costi ammissibili per le medie imprese;
    • 25% dei costi ammissibili per le grand imprese;
    • 60% dei costi ammissibili per attività di ricerca industriale per gli Organismi di ricerca;
    • 40% dei costi ammissibili per attività di sviluppo sperimentale per gli Organismi di ricerca;
  • un finanziamento agevolato, nel limite del 50% dei costi ammissibili complessivi, di durata massima di 8 anni (con massimo 3 anni di preammortamento dal decreto di concessione) ed un tasso agevolato pari al 20% del tasso di riferimento vigente alla data di concessione delle agevolazioni.

Il termine di apertura e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione saranno definite dal Ministero con successivi provvedimenti.

Per maggiori informazioni clicca qui -> Scheda Progetti R&S Mezzogiorno

Per maggiori informazioni manda una mail a finanza@iniziativa.cc