28 Giu

A Estrima, una volta concluso l’iter formale di approvazione, oltre 5,4 milioni di euro per i progetti di Ricerca e Sviluppo strategici, grazie all’Accordo per l’Innovazione, lo strumento negoziale del Ministero delle Imprese e del Made in Italy

A Estrima, una volta concluso l’iter formale di approvazione, oltre 5,4 milioni di euro per i progetti di Ricerca e Sviluppo strategici, grazie all’Accordo per l’Innovazione, lo strumento negoziale del Ministero delle Imprese e del Made in Italy

La società produttrice di Birò, il più piccolo veicolo elettrico al mondo a quattro ruote, lavorerà alla realizzazione di sistemi di alimentazione e propulsione che ne aumentino l’efficienza, minimizzando ulteriormente le emissioni sull’intero ciclo di vita del prodotto. Estrima S.p.A. è stata supportata nell’elaborazione e presentazione del progetto da Iniziativa, advisor finanziario

Pordenone (PN), 28 Giugno 2023 – Un investimento complessivo previsto a conclusione dell’iter, per i prossimi tre anni di oltre 5,4 milioni di euro con un’agevolazione totale di oltre 2,5 milioni di euro nella forma di contributo alla spesa per attività di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale.

Sono questi i numeri dell’investimento che realizzerà Estrima S.p.A. (www.estrima.com)società italiana attiva nel settore della micromobilità elettrica e nata a Pordenone nel 2008 – produttrice di Birò, il più piccolo veicolo elettrico al mondo a quattro ruote. L’investimento sarà realizzato grazie all’Accordo per l’Innovazione, lo strumento negoziale del Ministero delle Imprese e del Made in Italy per sostenere i grandi programmi di Ricerca e Sviluppo su filiere strategiche, come in questo caso quella della mobilità.

L’Accordo, una volta firmato, porterà all’implementazione del progetto SULEB (Smart Ultra-Low Emission Birò) che verrà finanziato con le risorse del Fondo per la Crescita Sostenibile e sarà realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano.

Nello sviluppo e nella presentazione del progetto, Estrima S.p.A. è stata supportata da Iniziativa, advisor finanziario che con questo programma porta a finanziamento il decimo Accordo per l’Innovazione e supera i 500 milioni di euro di progetti di Ricerca e Sviluppo, supportati da risorse nazionali e dell’Unione Europea negli ultimi 12 anni.

“SULEB rappresenta un progetto strategico per Estrima finalizzato allo sviluppo e la realizzazione della futura gamma di Birò, con sistemi di alimentazione e propulsione che ne aumentino l’efficienza, minimizzando ulteriormente le emissioni sull’intero ciclo di vita del prodotto, in linea con il Regolamento dell’Unione Europea 2019/631 che definisce i livelli di prestazione in materia di emissioni di CO2 delle autovetture e dei veicoli commerciali leggeri” dichiara  Matteo Maestri ,  CEO e Presidente di Estrima S.p.A.  “Questo progetto nasce, da un lungo percorso fatto di investimenti privati in Ricerca e Sviluppo e innovazione che ci hanno consentito di realizzare il più piccolo veicolo elettrico a quattro ruote al mondo.

La collaborazione con il Politecnico di Milano diventerà ancora più ampia, in linea con la nostra strategia che aveva già portato alla nomina nel nostro CDA di Sergio Matteo Savaresi, Professore Ordinario di Automatica, responsabile del laboratorio “MOVE” e Vice-direttore di Elettronica, Informazione e Bioingegneria”.

Ivo Allegro, CEO di Iniziativa sottolinea come Estrima è in prima linea nell’innovazione e nella mobilità sostenibile urbana. Questo progetto conferma la nostra vocazione ad accompagnare in modo personalizzato lo sviluppo di innovazioni delle imprese ad alimentare in modo tangibile il vantaggio competitivo dei nostri clienti. Essere advisor del progetto SULEB è per noi un importante riconoscimento della qualità delle attività e dei servizi che eroghiamo a supporto dello sviluppo e della transizione ecologica e digitale delle imprese coerentemente al nuovo paradigma 5.0 su cui ormai lavoriamo da qualche anno. Nell’ambito del progetto SULEB accompagneremo Estrima nel project management, nel reporting finanziario e nell’exploitation dei risultati del progetto per garantire il successo nell’implementazione delle attività ma anche la propagazione nel medio-lungo termine dei risultati raggiunti dal partenariato.”

Il progetto

Nella realizzazione del progetto è previsto l’impiego di tecnologie, materiali e architetture funzionali all’alleggerimento del veicolo mantenendone gli elevati standard di sicurezza, e lo sviluppo di soluzioni ottimizzate per la mobilità urbana; nuovi sistemi, componenti meccanici, elettrici, elettronici e software per la gestione delle funzioni principali, il lighting, la dinamica laterale e longitudinale del veicolo. Infine, con il contributo del Politecnico di Milano, saranno studiati nuovi componenti meccanici, elettrici, elettronici e software per sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS), di connettività del veicolo (V2V e V2I), gestione di dati, interazione uomo veicolo (HMI), infotainment e di ricarica delle batterie.

I soggetti proponenti sono stati Estrima S.p.A. come Capofila del progetto, le controllate Brieda E C. S.r.l. e Sharbie S.r.l., con la partecipazione dell’Università pubblica “Politecnico di Milano” (Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria DEIB, Dipartimento di Meccanica DMECC e il Dipartimento di Energia – DENG Forma).

L’iter formale prevede, come da prassi per le misure di finanziamento pubblico, la firma del contratto nei prossimi giorni. La Società provvederà a darne debita informativa al pubblico a valle dell’avvenuta sottoscrizione.

Clicca qui per visualizzare la rassegna stampa

 

21 Giu

Presentazione del modello di investimento “Pledge Fund” Be.CULTOUR all’edizione 2023 di Jazz’Inn

Presentazione del modello di investimento “Pledge Fund” Be.CULTOUR all’edizione 2023 di Jazz’Inn

🌍 Italian/English News

[IT] Giovedì 29 giugno, a Scanno, l’affascinante borgo italiano situato nelle montagne dell’Abruzzo, caratterizzato da stradine medievali, case di pietra e un lago incantevole, durante l’edizione 2023 di Jazz’Inn, sarà presentato il modello di investimento “Pledge Fund” Be.CULTOUR.

L’obiettivo principale del “Pledge Fund” Be.CULTOUR è sostenere le start-up innovative e a vocazione sociale localizzate sul territorio italiano, offrendo loro l’opportunità di beneficiare di programmi d’investimento circolari. Questi programmi mirano a valorizzare il territorio e creare un impatto positivo nella comunità di riferimento. È fondamentale che le iniziative siano incentrate sulla valorizzazione delle aree rurali, la rigenerazione urbana e il turismo culturale sostenibile. Attraverso questa iniziativa, si punta ad attivare il rinnovo dell’ecosistema turistico e a valorizzare il patrimonio culturale italiano.

Jazz’Inn è un ciclo di eventi promossi dalla Fondazione Ampioraggio che dal 2017 porta imprese, start-up e investitori nei borghi italiani per condividere idee e progetti industriali innovativi. Questo evento coinvolge aziende, amministrazioni pubbliche, investitori, start-up, PMI innovative, centri di ricerca, professionisti e techbuyers in matching lenti nei borghi. Durante l’evento, si terranno tavoli di lavoro e incontri conviviali per facilitare la condivisione di idee innovative e favorire gli investimenti nel settore.

Per saperne di più sull’iniziativa pilota “Pledge Fund” Be.CULTOUR e sulle opportunità di investimento che offre, vai al seguente link: https://www.iniziativa.cc/2023/06/disco-verde-di-iniziativa-per-il-lancio-del-pledge-fund-be-cultour/

Per maggiori informazioni e per poter partecipare all’evento Jazz’Inn, clicca sul seguente link: https://www.fondazioneampioraggio.it/jazzinn-intro-23/

_______________________________________________________________________________________________________________

[ENG] On Thursday, June 29th, in Scanno, the charming Italian village nestled in the mountains of Abruzzo, characterized by medieval streets, stone houses, and a enchanting lake, the investment model “Pledge Fund” Be.CULTOUR will be presented during the 2023 edition of Jazz’Inn.

The main objective of the “Pledge Fund” Be.CULTOUR is to support innovative start-ups with a social vocation located in Italy, offering them the opportunity to benefit from circular investment programs. These programs aim to enhance the territory and create a positive impact in the local community. It is essential that the initiatives focus on the valorization of rural areas, urban regeneration, and sustainable cultural tourism. Through this initiative, the aim is to activate the renewal of the tourism ecosystem and enhance Italian cultural heritage.

Jazz’Inn is a series of events promoted by the Ampioraggio Foundation, which since 2017 brings together businesses, start-ups, and investors in Italian villages to share innovative industrial ideas and projects. The event involves companies, public administrations, investors, start-ups, innovative SMEs, research centers, professionals, and tech buyers, engaging in slow matchmaking in the villages. During the event, there will be workshops and convivial meetings to facilitate the sharing of innovative ideas and promote investments in the sector.

To learn more about the pilot initiative “Pledge Fund” Be.CULTOUR and the investment opportunities it offers, visit the following link: https://www.iniziativa.cc/2023/06/green-light-for-the-launch-of-the-pilot-initiative-pledge-fund-investment-model-be-cultour/

For more information and to participate in the Jazz’Inn event, click on the following link: https://www.fondazioneampioraggio.it/jazzinn-intro-23/

19 Giu

Programma UE della Salute: 12 Nuovi Bandi per Eu4health

Programma UE della Salute: 12 Nuovi Bandi per Eu4health

Sono stati pubblicati, sul portale Funding and Tenders, dodici nuovi bandi del programma EU4Health 2023.

EU4Health è il quarto programma dell’Unione europea dedicato alla salute in vigore per il periodo 2021-2027. Il programma punta a integrare le politiche degli Stati membri al fine di migliorare la salute umana garantendone la protezione in tutte le politiche e attività dell’Unione, in linea con l’approccio One Health.

In particolare, sono stati pubblicati i seguenti bandi:

  • EU4H-2023-PJ-01 — Call for proposals to support access to medical devices for cross border health threats (HERA) (CP-g-23- 13) Il budget disponbile è di € 1.750.000
  • EU4H-2023-PJ-02 — Call for proposals to support stakeholders on the prevention of NCDs in the area of chronic respiratory diseases (DP-g-23-31-02) Il budget disponibile è di € 1.000.000
  • EU4H-2023-PJ-03 — Call for proposals on the prevention of NCDs in the area of mental health including actions supporting vulnerable population groups, such as migrants, refugees, Roma people and displaced people from Ukraine (DP-g-23-32-02) Il budget disponbile è di € 2.360.000
  • EU4H-2023-PJ-04 — Call for proposals on prevention of NCDs in the area of dementia and other neurological disorders (DP-g-23- 33-02) Il budget disponibile è di euro € 1.000.000
  • EU4H-2023-PJ-05 — Call for proposals to support the implementation of the strategic agenda for medical ionising radiation applications (SAMIRA) – organisation of clinical audit campaigns as a tool to improve quality and safety of medical applications of ionising (CR-g-23-44-01) Il budget disponbile è di € 1.500.000
  • EU4H-2023-PJ-06 — Call for proposals: action grants on mental health challenges for cancer patients and survivors Sub-topic (a): Mental health and Cancer (CR-g-23-19.01) Il budget disponibile è di € 8.000.000
  • EU4H-2023-PJ-07 — Call for proposals: action grants on mental health challenges for cancer patients and survivors Sub-topic (b): European Code for Mental Health (CR-g-23-19.02) Il budget disponibile € 2.000.000
  • EU4H-2023-PJ-08 — Call for proposals: action grants on the safety and quality of new Substances of Human Origin (Breast milk, faecal microbiota transplants) (a) HS-g-23-50.01 Breast milk (HSg-23-50.01) Il budget disponibile è di € 400.000
  • EU4H-2023-PJ-09 — Call for proposals: action grants on the safety and quality of new Substances of Human Origin (Breast milk, faecal microbiota transplants) (b) HS-g-23-50.02 Faecal microbiotic transplants (HS-g-23-50.02) Il budget disponibile è di € 400.000
  • EU4H-2023-PJ-10 — Call for Proposals: action grants on Facilitating Organ Paired Exchange (HS-g-23-51) Il budget disponibile è di € 600.000
  • EU4H-2023-PJ-11 — Call for proposals for a program on orphan medical devices, in particular targeting paediatric patients (HS-g23-65) Il budget disponibile è di € 500.000
  • EU4H-2023-PJ-12 — Call for proposal: action grants to contribute to the organisations of conference and events (OA-g-23-89) Il budget disponibile è di € 450.000

Per essere ammissibili al finanziamento, i richiedenti devono essere persone giuridiche (enti pubblici o privati) ed essere stabiliti in uno dei paesi ammissibili, cioè: Stati membri dell’UE (compresi i paesi d’oltremare e i territori ad esso collegati), paesi del SEE elencati e paesi associati al programma EU4Health.

Il budget disponibile totale è di €19.960.000.

La scadenza per presentare le candidature è per tutti i bandi il 17 ottobre 2023.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Fonte: European Health and Digital Executive Agency

07 Giu

€215 MILIONI PER PROMUOVERE LA BIOECONOMIA CIRCOLARE EUROPEA

€215 MILIONI PER PROMUOVERE LA BIOECONOMIA CIRCOLARE EUROPEA

CBE JU ha pubblicato il suo secondo invito a presentare proposte di progetto. Un totale di €215,5 milioni sarà dedicato al progresso delle bioindustrie circolari competitive in Europa su 18 argomenti.

Il finanziamento dell’invito sostiene tre obiettivi dell’impresa comune CBE definiti nell’agenda strategica per l’innovazione e la ricerca dell’impresa comune CBE:

  • Accelerare il processo di innovazione e lo sviluppo di soluzioni innovative a base biologica
  • Accelerare l’implementazione sul mercato delle soluzioni bio-based già mature e innovative
  • Garantire un elevato livello di prestazioni ambientali dei sistemi industriali a base biologica

I candidati al progetto sosterranno l’attuazione di questi obiettivi attraverso 18 argomenti con un budget totale indicativo di €215,5 milioni:

Azioni di innovazione – fiore all’occhiello (IAFlag)

  • HORIZON-JU-CBE-2023-IAFlag-01 Catene del valore del legno ottimizzate e integrate – €17 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-IAFlag-02 Ampliamento e/o adeguamento delle bioraffinerie verso prodotti chimici e intermedi a base biologica di maggior valore – €17 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-IAFlag-03 Materiali da imballaggio a base biologica con proprietà migliorate: barriera, contatto con gli alimenti, formatura, stampabilità, sicurezza, riciclabilità/circolarità per progettazione – €17 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-IAFlag-04 Valorizzazione rifiuti e residui di biomassa acquatica – €10 milioni

Azioni di innovazione (IA)

  • HORIZON-JU-CBE-2023-IA-01 Bioraffinazione su piccola scala nelle zone rurali – €15 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-IA-02 Produzione di fertilizzanti a base biologica sicuri, sostenibili ed efficienti per migliorare la salute e la qualità del suolo – €15 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-IA-03 Migliorare i processi di fermentazione (inclusa la purificazione a valle) per i prodotti finali a base biologica – €15 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-IA-04 Riciclaggio di bioplastiche aumentando la selezione e il contenuto riciclato (upcycling) – €15 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-IA-05 Sviluppo di tensioattivi a base biologica scalabili e sicuri con un profilo di sostenibilità migliorato – €15 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-IA-06 Percorsi di produzione selettivi e sostenibili verso alternative a base biologica agli elementi costitutivi chimici a base fossile – €15 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-IA-07 Compositi a base biologica ad alte prestazioni, circolari per progettazione – €15 milioni

Azioni di ricerca e innovazione (RIA)

  • HORIZON-JU-CBE-2023-R-01 Fitogestione; bonifica del suolo con colture industriali, utilizzo di terreni contaminati e salini per la produzione di colture industriali – €10 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-R-02 Catene del valore forestali ottimizzate per applicazioni ad alto valore e migliore gestione delle foreste – €10 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-R-03 Processi biotecnologici industriali e biotecnologici chimici/industriali robusti e ottimizzati – €10 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-R-04 Sviluppo di nuovi polimeri e copolimeri a base biologica ad alte prestazioni – €10 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-R-05 Ricerca pre-normativa per lo sviluppo di standard per la biodegradabilità di prodotti a base biologica in ambienti controllati e aperti – €5 milioni

Azioni di coordinamento e supporto (CSA)

  • HORIZON-JU-CBE-2023-S-01 Rete europea di impianti pilota e strutture di prova, per migliorare l’accesso delle PMI e delle start-up allo scale-up – €1,5 milioni
  • HORIZON-JU-CBE-2023-S-02 Sostenere la capacità delle regioni nella valutazione della sostenibilità ambientale per i settori a base biologica – €3 milioni

Tutte le parti interessate dell’ecosistema delle bioindustrie – agricoltori, proprietari di marchi, aziende, organizzazioni di ricerca e autorità locali, solo per citarne alcune – sono invitate a presentare domanda di finanziamento CBE JU.

I requisiti per la presentazione delle proposte sono dettagliati nei documenti del bando pubblicati in ciascuna pagina tematica. I candidati devono presentare la loro proposta elettronicamente, seguendo il link dalla rispettiva pagina tematica.

Scadenza: 20 settembre 2023, 17:00 ora di Bruxelles.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Fonte: Circular Bio-Based Europe Joint Undertaking

07 Giu

Disco verde di Iniziativa per il lancio del “Pledge Fund” Be.CULTOUR

Disco verde di Iniziativa per il lancio del “Pledge Fund” Be.CULTOUR

Iniziativa Cube S.r.l. è lieta di annunciare il lancio dell’iniziativa pilota del modello di investimento “Pledge Fund” Be.CULTOUR. Tale iniziativa fa parte del progetto europeo Be.CULTOUR (GA 101004627) coordinato dall’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale del Consiglio Nazionale Ricerche (Cnr-Ispc), che è stato finanziato dalla Commissione europea e ha come obiettivo la promozione di un approccio turistico circolare e centrato sull’uomo, valorizzando il patrimonio culturale e paesaggistico, di cui Iniziativa Cube è uno dei partner italiani.

Nell’ambito del progetto europeo Be.CULTOUR, Iniziativa Cube ha sviluppato un modello di investimento chiamato “Pledge Fund”, che non rappresenta un Pledge Fund strictu sensu, ma si ispira ad alcuni dei suoi elementi caratteristici (centralità del team di gestione e autonomia decisionale degli investitori), semplificandoli in quanto si tratta di un’iniziativa pilota.

La configurazione di questo modello di investimento è simile a quella del Club Deal e la differenza consiste nel fatto che nei veri e propri Club Deal sono gli stessi potenziali investitori a selezionare e a esaminare le opportunità di investimento, mentre nei Pledge Fund queste attività sono affidate a un team di specialisti, definito management team, con l’incarico di identificare opportunità d’investimento secondo determinati parametri e di presentarle agli investitori precedentemente selezionati, i quali provvedono a esaminarle e a decidere eventualmente di investirvi.

In un Pledge Fund, diversamente da un fondo di private equity, i gestori non possono contare su un impegno irrevocabile dei sottoscrittori a investire né nella possibilità per il Management team di allocare le risorse del fondo in sostanziale autonomia, dal momento che l’investitore di un Pledge Fund è libero di decidere se partecipare o meno a una determinata operazione di investimento.

L’obiettivo generale del “Pledge Fund” Be.CULTOUR è quello di supportare gli investimenti in start-up innovative e start-up a vocazione sociale localizzate sul territorio italiano, a fronte di programmi d’investimento circolari in ambito turistico, culturale, creativo e del patrimonio culturale, che siano in grado di valorizzare il territorio e di creare impatto nella comunità di riferimento. Le iniziative dovranno essere allineate agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 e prestare particolare attenzione alla valorizzazione delle aree rurali, alla rigenerazione urbana e al turismo culturale sostenibile, contribuendo attivamente al rinnovo dell’ecosistema turistico e alla valorizzazione del patrimonio culturale.

Al “Pledge Fund” possono partecipare sia investitori professionali che persone giuridiche e fisiche, nonché aggregazioni di persone, che desiderano partecipare all’iniziativa di investimento. L’apporto degli investitori partecipanti al “Pledge Fund” nelle singole iniziative potrà essere conferito sia sotto forma di equity, che come contributo in-kind rappresentato da servizi, disponibilità di beni mobili e immobili, know-how ecc., valorizzando l’ecosistema dell’innovazione locale.

Infine, le iniziative selezionate avranno l’opportunità di usufruire di un pacchetto di servizi mirati a supportare la maturità degli investimenti attraverso attività quali la rivisitazione del modello di business, l’aggiornamento del piano finanziario, il supporto allo sviluppo commerciale, l’assistenza nell’organizzazione aziendale e molto altro ancora. Il Management team provvederà anche a individuare ulteriori opportunità di finanziamento come, ad esempio, bandi nazionali ed europei e altre fonti di finanziamento disponibili in base alle esigenze finanziarie specifiche per supportare lo sviluppo e l’espansione delle singole start-up.

Per partecipare all’iniziativa di “Pledge Fund” Be.CULTOUR, le start-up innovative e le start-up a vocazione sociale interessate possono inviare il proprio Pitch e un breve video, consultando la documentazione dell’Avviso.

Dopo aver visionato il Regolamento del “Pledge Fund”, gli investitori interessati a partecipare al modello di investimento, possono manifestare il proprio interesse ai seguenti link:

Per ulteriori domande, informazioni aggiuntive o assistenza riguardante l’iniziativa pilota, invitiamo gli interessati a contattare il nostro team dedicato all’indirizzo support@iniziativa.cc.

Documenti “Pledge Fund” Be.CULTOUR

07 Giu

Green Light for the launch of the pilot initiative: “Pledge Fund” Investment Model Be.CULTOUR

Green Light for the launch of the pilot initiative: “Pledge Fund” Investment Model Be.CULTOUR

Iniziativa Cube S.r.l. is pleased to announce the launch of the pilot initiative for the “Pledge Fund” investment model within Be.CULTOUR. This initiative is part of the European project Be.CULTOUR (GA 101004627), coordinated by the Institute of Cultural Heritage Sciences of the National Research Council (Cnr-Ispc), which has been funded by the European Commission. The project aims to promote a circular and human-centered tourism approach, enhancing cultural and landscape heritage. Iniziativa Cube is one of the Italian partners in this project.

Within the Be.CULTOUR European project, Iniziativa Cube has developed an investment model called the “Pledge Fund.” While not strictly a Pledge Fund in the traditional sense, it draws inspiration from some of its characteristic elements, such as the central role of the management team and the investors’ decision-making autonomy, albeit simplified as it is a pilot initiative.

The configuration of this investment model is similar to that of a Club Deal, with the difference being that in true Club Deals, potential investors themselves select and examine investment opportunities. In Pledge Funds, these activities are entrusted to a team of specialists, known as the management team, responsible for identifying investment opportunities based on specific parameters and presenting them to pre-selected investors, who then evaluate and decide whether to invest in them.

Unlike a private equity fund, in a Pledge Fund, the managers cannot rely on an irrevocable commitment from subscribers to invest, nor do they have substantial autonomy in allocating fund resources. Investors in a Pledge Fund are free to decide whether or not to participate in a specific investment operation.

The overall goal of the Be.CULTOUR “Pledge Fund” is to support investments in innovative start-ups and socially oriented start-ups located in Italy. These investments will focus on circular programs in the tourism, cultural, creative, and cultural heritage sectors, which aim to enhance the territory and create an impact on the local community. The initiatives should be aligned with the Sustainable Development Goals of the 2030 Agenda and pay particular attention to the valorization of rural areas, urban regeneration, and sustainable cultural tourism, actively contributing to the renewal of the tourism ecosystem and the enhancement of cultural heritage.

Both professional and legal entities, as well as individuals or groups of people, interested in participating in the investment initiative, can join the “Pledge Fund.” The initiative is open to investors from different countries and not only from Italy. The contributions of participating investors to individual initiatives can be made in the form of equity or as in-kind contributions, such as services, availability of tangible and intangible assets, know-how, etc., thus enhancing the local innovation ecosystem.

Finally, the selected initiatives will have the opportunity to benefit from a package of targeted services for free to support investment maturity. These services may include revisiting the business model, updating the financial plan, supporting business development, providing assistance in organizational management, and much more. The management team will also identify additional funding opportunities, such as national and European Union grants, and other available financing resources, based on specific financial needs to support the development and scale-up of the involved start-ups.

To participate in the Be.CULTOUR “Pledge Fund” initiative, interested innovative start-ups and socially oriented start-ups can submit their pitch and a brief video by consulting the announcement documentation.

Investors interested in participating in the investment model can express their interest after reviewing the “Pledge Fund” regulations at the following link:

For further questions, additional information, or assistance regarding the Be.CULTOUR “Pledge Fund” and its details, interested parties are invited to contact our dedicated team at  support@iniziativa.cc

Be.CULTOUR “Pledge Fund” Documents:

07 Giu

AGRIVOLTAICO IN ITALIA: ARRIVA L’APPROVAZIONE DEL MASE

AGRIVOLTAICO IN ITALIA: ARRIVA L’APPROVAZIONE DEL MASE

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha approvato la proposta di decreto per l’agrivoltaico innovativo che, ora, è al vaglio dalla Commissione Europea.

Con una dotazione complessiva di € 1.098.992.050,96 l’avviso pubblico è finalizzato a consentire l’installazione a regime di una capacità produttiva da impianti agrivoltaici di almeno 1,04 GW e di conseguenza, una produzione indicativa di almeno 1.300 GWh/anno.

L’avviso si rivolge a:

  1. imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria anche cooperativa, società agricole, nonché consorzi costituiti tra due o più imprenditori agricoli e/o società agricole imprenditori agricoli, ivi comprese le cooperative agricole e associazioni temporanee di imprese agricole;
  2. associazioni temporanee di imprese, che includono almeno un soggetto di cui alla lettera a).

Possono accedere ai meccanismi incentivanti a seguito di iscrizione in appositi registri, nel limite del contingente di 300 MW, gli impianti agrivoltaici di potenza fino a 1 MW.

Mentre, possono accedere ai meccanismi incentivanti a seguito di partecipazione a procedure pubbliche competitive, nel limite del contingente di 740 MW, gli impianti agrivoltaici di qualsiasi potenza.

Inoltre, gli impianti devono garantire il rispetto di alcuni specifici requisiti.

Agli interventi realizzati viene riconosciuto un incentivo composto da:

  1. un contributo in conto capitale nella misura massima del 40% dei costi ammissibili, per KW installato;
  2. una tariffa incentivante applicata alla produzione di energia elettrica netta immessa in rete, erogata per venti anni e determinata in base alla potenza dell’impianto e la zona geografica.

Le modalità ed i termini per la presentazione delle domande saranno fissati con provvedimenti successivi.

Per maggiori informazioni manda una mail a finanza@iniziativa.cc