28 Feb

PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE: NUOVI FINANZIAMENTI COMUNITARI PER UN’EUROPA SMART, GREEN E SOCIALE

PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE: NUOVI FINANZIAMENTI COMUNITARI PER UN’EUROPA SMART, GREEN E SOCIALE

Dal 20/03/2024 sarà possibile inviare la propria candidatura per il terzo invito a presentare proposte in ambito di cooperazione interregionale con il programma comunitario Interreg Europe.

Il programma prevede di destinare la maggior parte del suo budget (80%) su specifiche aree tematiche, ognuna delle quali comprende poi specifici obiettivi, cioè:

  • Smarter Europe (fra i cui obiettivi: capacità di ricerca e innovazione, adozione di tecnologie avanzate; digitalizzazione per cittadini, imprese, organizzazioni di ricerca e autorità pubbliche; crescita sostenibile e competitività delle PMI e la creazione di posti di lavoro nelle PMI)
  • Greener Europe (fra cui sistemi energetici intelligenti, reti e stoccaggio; mobilità urbana sostenibile per un’economia a zero emissioni di carbonio)
  • More Social Europe (fra cui parità di accesso all’assistenza sanitaria, resilienza dei sistemi sanitari, assistenza basata sulla famiglia e sulla comunità).

Per il terzo invito a presentare proposte è disponibile fino al 40% del budget complessivo dei fondi Interreg (circa 130 milioni di euro) del programma Interreg Europe.

Le proposte ammissibili sono cofinanziate dai fondi Interreg nella misura del 70% o dell’80% a seconda dello status giuridico del partner del progetto.

Sono idonei a ricevere fondi Interreg e dunque a presentare la propria proposta:

– Autorità pubbliche,

– Enti di diritto pubblico,

– Enti privati senza scopo di lucro.

Le regioni interessate dal programma comprendono i 27 paesi membri dell’Unione Europea e Albania, Bosnia-Erzegovina, Moldavia, Montenegro, Macedonia settentrionale, Norvegia, Serbia, Svizzera e Ucraina.

La scadenza per candidare la propria proposta è fissata al 7 giugno 2024, alle 12:00 CEST.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Fonte immagine: Interreg Europe

 

27 Feb

Mid-meeting di 3 giorni in Slovenia per il progetto europeo ARACNE

Mid-meeting di 3 giorni in Slovenia per il progetto europeo ARACNE

Dal 19 al 21 febbraio il consorzio internazionale del progetto ARACNE – progetto europeo di cui Iniziativa è partner – ha festeggiato il suo primo anno di attività con un incontro di tre giorni organizzato dall’Università di Maribor in Slovenia in collaborazione con il Laboratorio di Sericoltura di Padova, Centro di Ricerca di Agricoltura e Ambiente (CREA).

L’evento si è alternato tra discussioni e confronti sullo stato di avanzamento delle attività per discutere le strategie per i prossimi due anni del progetto ARACNE, che mira a creare un ampio e ben collegato Ecosistema dell’innovazione della seta.

Il progetto ARACNE, infatti, ha l’obiettivo di rilanciare la produzione serica europea e recuperare le tradizioni locali che rischiano di andare perdute, sviluppando, inoltre, applicazioni innovative nelle industrie creative scientifiche, tecnologiche e culturali per amplificare e proteggere il patrimonio culturale, con uno sguardo al futuro del “made in Europe”.

Durante le tre giornate dell’evento, i partner hanno avuto l’opportunità di visitare varie mostre, che hanno offerto uno sguardo approfondito sul mondo della sericoltura – ogni espositore narrava una storia unica, dalla rinascita della seta riutilizzata alla bellezza dei tessuti tinti naturalmente, regalando ai visitatori un’esperienza coinvolgente nel cuore della tradizione e dell’innovazione sericola – e dell’arte in generale – dagli abiti realizzati dalla Cooperativa Sociale E.V.A., che supporta le donne vittime di abusi, alle opere realizzate con l’aiuto dei bachi da seta dall’artista contemporanea Martina Fontana, fino alla visita del laboratorio di restauro nell’antica città romana di Ptuj, dove sono recuperati i grandi arazzi in seta e lana.

L’evento è stato un momento importante di condivisione e di confronto sulle attività e sull’evolversi del progetto, ma anche di scoperta della storia e della ricchezza artistica e culturale dei luoghi che, per tre giorni, hanno ospitato tutti i partner.

Per saperne di più, clicca qui per consultare il comunicato stampa.

 

26 Feb

TRE NUOVI BANDI PER INDUSTRIE DEI SEMICONDUTTORI IN EUROPA: €216 MILIONI IN FINANZIAMENTI COMUNITARI

TRE NUOVI BANDI PER INDUSTRIE DEI SEMICONDUTTORI IN EUROPA: €216 MILIONI IN FINANZIAMENTI COMUNITARI

Chips Joint Undertaking (CHIPS JU) ha lanciato tre nuovi bandi dedicati alle industrie dei semiconduttori in Europa, nell’ambito del programma Horizon Europe:

  • Un primo bando per Azioni di Innovazione (TRL più elevati) sarà composto da un topic generico e 2 topics specifici e si svolgerà in 2 fasi.
  • Un secondo bando per Azioni di Ricerca e Innovazione (TRL più bassi) sarà composto da un topic generale e si svolgerà in 2 fasi.
  • Un terzo bando includerà un topic per Azioni di Ricerca e Innovazione (RIA) e sarà implementato in una fase senza contributo nazionale ma in cooperazione con la Corea del Sud (ROK).

Si prevede che i progetti selezionati produrranno risultati ad alto impatto, tra cui tecnologie innovative, applicazioni, dimostratori su larga scala e piattaforme per lo sviluppo di prodotti innovativi.

Scadenze:

I bandi HORIZON-Chips-2024-1-IA e HORIZON-Chips 2024-2-RIA sono a due fasi:

Scadenza (fase di Project Outline): 14/05/2024 alle ore 17:00:00 CET.

Scadenza (fase di Full Project Proposal): 17 settembre 2024 alle ore 17:00:00 CET.

Il bando HORIZON-Chips-2024-3-RIA sarà ad una singola fase con presentazione di Full Project Proposal.

Scadenza (proposte FPP): 14 maggio 2024 alle ore 17:00:00 CET.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Fonte immagine: Chips JU

26 Feb

NUOVI FINANZIAMENTI PER CLOUD, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E DIGITAL SKILLS CON DIGITAL EUROPE

NUOVI FINANZIAMENTI PER CLOUD, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E DIGITAL SKILLS CON DIGITAL EUROPE

Il programma Digital Europe e European Health and Digital Executive Agency (HaDEA) pubblicano il 29/02/2024 due nuovi bandi dedicati al mondo del digitale:

  1. Cloud, data and artificial intelligence DIGITAL-2024-CLOUD-DATA-AI-06
  2. Advanced Digital Skills DIGITAL-2024-ADVANCED-DIGITAL-06

Cloud, data and artificial intelligence

Advanced Digital Skills

Il programma Digital Europe è un nuovo programma di finanziamento dell’UE incentrato sull’introduzione della tecnologia digitale alle imprese, ai cittadini e alle pubbliche amministrazioni. Con un budget dedicato di 7,6 miliardi di euro, nel periodo 2021-2027 Digital Europe fornirà finanziamenti per progetti in cinque aree cruciali: supercalcolo, intelligenza artificiale, sicurezza informatica, competenze digitali avanzate e garanzia di un ampio uso delle tecnologie digitali nell’economia e nella società.

Scadenza: 29 maggio 2024 alle 17;00 CET.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Fonte immagine: HaDEA

26 Feb

IDROGENO PULITO: FINANZIAMENTI PER €113.5 MILIONI CON HORIZON EUROPE

IDROGENO PULITO: FINANZIAMENTI PER €113.5 MILIONI CON HORIZON EUROPE

Il Dipartimento Clean Hydrogen Joint Undertaking nell’ambito del programma Horizon Europe ha pubblicato un nuovo bando (Call HORIZON-JTI-CLEANH2-2024) per progetti destinati a sostenere le attività di Ricerca e Innovazione lungo l’intera catena del valore dell’idrogeno, per una dotazione totale di €113.5 milioni.

I topics includono:

  • Renewable Hydrogen Production – €25 milioni
  • Hydrogen Storage and Distribution – €27 milioni
  • Transport – €19 milioni
  • Heat and Power – €9 milioni
  • Cross-cutting – €4.5 milioni
  • Hydrogen Valleys – €29 milioni

I topics saranno raggruppati in 8 Azioni di Innovazione (IA), 11 Azioni di Ricerca e Innovazione (RIA) e 1 Azione di Coordinamento e Supporto (CSA).

Una novità importante nel bando per il 2024 sarà l’implementazione attraverso lump sum grants, uno schema di finanziamento forfettario che semplifica il sistema di rimborso dei costi nei progetti finanziati dall’UE. Questa modalità riduce gli errori e gli oneri amministrativi e finanziari, rendendo più facile l’accesso al programma.

Scadenza: 17 April 2024, 17:00 (CEST)

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

 

Fonte immagine: McKinsey

26 Feb

BLUE-ECONOMY: FINANZIAMENTI PER PROGETTI DI RICERCA E INNOVAZIONE PER €40 MILIONI

BLUE-ECONOMY: FINANZIAMENTI PER PROGETTI DI RICERCA E INNOVAZIONE PER €40 MILIONI

È stata pubblicata la seconda invito a presentare proposte «Unified paths to a climate-neutral, sustainable, and resilient blue economy: engaging civil society, academia, policy, and industry» dalla Sustainable Blue Economy Partnership nell’ambito del programma Horizon Europe. La Partnership mira a potenziare la trasformazione verso un’economia blu climaticamente neutra, sostenibile, produttiva e competitiva entro il 2030, creando e sostenendo allo stesso tempo le condizioni per un oceano sostenibile per le persone entro il 2050.

Con un finanziamento totale di €40 milioni, questa seconda call mira a sostenere progetti di ricerca e innovazione transnazionali della durata di 36 mesi, che affrontano una delle quattro aree prioritarie:

  1. Digital Twins of the Ocean at regional sub basin scale 
  2. Blue economy sectors, development of marine multi-use infrastructures 
  3. Planning and managing sea-uses at the regional level  
  4. Blue Bioresources

I progetti devono essere orientati alla trasformazione verso un’economia blu per un futuro più resiliente e verso gli obiettivi di carbon-neutrality.

Le proposte devono prendere in considerazione almeno due bacini marini europei e soddisfare i requisiti di eleggibilità indicati nel bando.

  • Scadenza per la pre-proposal: 10/04/2024, 15:00 CEST
  • Scadenza per la full-proposal: 06/11/2024, 15:00 CET

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

 

Fonte immagine: JPI Oceans

25 Feb

Osservatorio Italiano sulle Partecipate Pubbliche: Il rapporto tra le performance delle partecipate pubbliche e i divari territoriali italiani

Osservatorio Italiano sulle Partecipate Pubbliche: Il rapporto tra le performance delle partecipate pubbliche e i divari territoriali italiani

Il quotidiano Milano Finanza dedica un articolo all’evoluzione del mondo delle società partecipate dalla PA fotografato dal report annuale dell’Istat “Le partecipate pubbliche in Italia” con un commento di Ivo Allegro e Melina Nappi membri del comitato tecnico-scientifico dell’Osservatorio Italiano sulle Partecipate Pubbliche partner di Iniziativa “Le società Partecipate dalla Pubblica Amministrazione hanno un impatto significativo sulla competitività territoriale e sulla qualità della vita delle persone operando in settori cruciali e che pertanto oltre alla numerosità e alla performance occorre valutare l’impatto sulla collettività”.

Si conferma così che le ricerche in profondità e sui determinanti delle performance delle Partecipate Pubbliche rappresenta un campo di grande interesse per assicurare una crescita di queste aziende e anche un adeguato ritorno per la collettività.

Clicca qui per leggere l’articolo su Milano Finanza

16 Feb

Kick-off meeting a Napoli del progetto europeo BRIDGESMEs sull’Industria 5.0 con Iniziativa al timone

Kick-off meeting a Napoli del progetto europeo BRIDGESMEs sull’Industria 5.0 con Iniziativa al timone

Durante il periodo dal 5 al 7 febbraio, Napoli è stata la cornice del kick-off meeting del progetto europeo BRIDGESMEs, un’iniziativa supportata dalla Commissione Europea volta a definire dei nuovi approcci e modelli per supportare la transizione verso il nuovo paradigma dell’Industria 5.0. Iniziativa, con il ruolo di coordinatore, è al centro di questa importante missione.
BRIDGESMEs è il primo progetto coordinato da Iniziativa, ma non è il primo che la vede coinvolta col paradigma sempre più centrale dell’Industria 5.0: Iniziativa è, infatti, uno dei membri della Community of Practice Industry 5.0 (CoP 5.0) ed è anche uno dei partner del progetto europeo SURE 5.0. Questo dimostra il nostro costante impegno nel promuovere e sviluppare questo nuovo paradigma industriale, con la messa a punto modelli di intervento adatti alle esigenze reali delle imprese e mettendoli in pratica sul campo.
Con un finanziamento di 2,5 milioni di euro per un periodo di 36 mesi, il progetto BRIDGESMEs si propone di assistere le PMI europee nel ripensare i loro modelli di business e l’operatività, orientandoli verso la resilienza, la sostenibilità e l’attenzione alle persone. Il nostro obiettivo finale è consolidare queste imprese e garantire loro un vantaggio competitivo sostenibile nel lungo termine, anche di fronte ai rapidi cambiamenti del mercato.
I partner di questo ambizioso progetto includono istituzioni e organizzazioni provenienti da diversi paesi europei, unendo le loro competenze per raggiungere gli obiettivi comuni.

Per maggiori dettagli sul progetto clicca qui.

11 Feb

La performance delle società partecipate dalla Provincia autonoma di Bolzano: dai dati dei Conti Pubblici Territoriali agli indicatori di sostenibilità

La performance delle società partecipate dalla Provincia autonoma di Bolzano: dai dati dei Conti Pubblici Territoriali agli indicatori di sostenibilità

Lo scorso 31 gennaio 2024, nella prestigiosa cornice della Fiera di Bolzano durante il Klimahouse, la principale fiera dell’edilizia sostenibile, si è tenuto il convegno organizzato dal Nucleo dei Conti Pubblici Territoriali della Provincia Autonoma di Bolzano – Autonome Provinz Bozen in collaborazione con l’Osservatorio italiano sulle partecipate pubbliche, dal titolo “La performance delle società partecipate dalla Provincia Autonoma di Bolzano: dai dati dei conti pubblici territoriali agli indicatori di sostenibilità”.
Riccardo Mercurio Melina Nappi e Ivo Allegro in qualità di membri del comitato tecnico scientifico dell’Osservatorio, con il supporto di Aldo de Crescenzo e Francesca De Santis hanno avuto il grande piacere di fornire una panoramica approfondita sui dati economico-finanziari e sugli assetti organizzativi e di compliance sostenibile delle società partecipate dalla Provincia Autonoma di Bolzano, relativi al periodo 2015-2022.

La discussione, oltre ad esplorare le future tendenze e le sfide che caratterizzeranno il mondo delle partecipate pubbliche, oltre ad una view sulle performance economico-finanziare delle partcipate, ha allargato il campo verso un’analisi più ampia, concentrata sull’importanza di integrare la sostenibilità ESG nelle politiche di gestione.
La sfida per le Partecipate, che molto spesso svolgono importanti funzioni di carattere sociale e di sviluppo della competitività del contesto territoriale in cui agiscono, non si misura solo in termini economico finanziari ma sempre più in termini di impact.
All’evento hanno participato i vertici della Provincia Autonoma di Bolzano con l’apertura dei lavori da parte di Arno Kompatscher e gli interventi del Direttore Generale, Alexander Steiner, e del Segretario generale , Eros Magnago. I lavori sono stati coordinati dal Direttore dell’Ufficio di Vigilanza finanziaria e componente del Nucleo dei Conti Pubblici Territoriali, Claudio Calè.

L’evento ha visto anche la partecipazione di illustri relatori quali il professor Mirco Tonin , dell’Università di Bolzano e dal Dottor Armin Hilpold, che con i loro interventi hanno contribuito al successo dell’evento con le loro preziose intuizioni e gli approcci innovativi illustrati.
Ringraziamo tutti i partecipanti, relatori e organizzatori per il loro impegno e per aver reso questo evento un successo. Siamo fiduciosi che gli spunti emersi oggi guideranno le future strategie e azioni, consolidando il percorso verso una gestione sempre più consapevole e orientata alla sostenibilità e alla misurazione degli impatti.

Download: Programma del convegno-CPT