21 Mag

FRI-TUR: DAL 1° LUGLIO 2024 LUGLIO AL VIA LE DOMANDE PER IL SOSTEGNO DEL SETTORE TURISTICO

FRI-TUR: DAL 1° LUGLIO 2024 LUGLIO AL VIA LE DOMANDE PER IL SOSTEGNO DEL SETTORE TURISTICO

Con l’Avviso del 7 maggio 2024 il Ministero del Turismo rende nuovamente operativo il bando FRI-Tur.

La misura punta a migliorare i servizi di ospitalità e a potenziare le strutture ricettive, in un’ottica di digitalizzazione e sostenibilità ambientale.

Possono presentare domanda le imprese alberghiere, le imprese che esercitano attività agrituristica, le imprese che gestiscono strutture ricettive all’aria aperta e le imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale.

Ai fini dell’ammissibilità le imprese devono avere ricevuto una positiva valutazione del merito di credito da parte di una Banca finanziatrice e disporre di una Delibera di finanziamento adottata dalla medesima Banca.

Sono ammissibili agli incentivi i Programmi di investimento di importo compreso tra 500 mila euro e 10 milioni di euro e che saranno completati entro e non oltre il 31 dicembre 2025.

Gli incentivi sono articolati in:

  • contributo a fondo perduto in conto impianti: concesso sulla base della dimensione dell’impresa e della localizzazione dell’investimento, nella percentuale massima del 35% dei costi e delle spese ammissibili;
  • finanziamento agevolato: concesso da Cassa Depositi e Prestiti ad un tasso nominale annuo pari allo 0,5%, con una durata compresa tra 4 e 15 anni, comprensiva di un periodo di preammortamento della durata massima di 3 anni, a partire dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento

Al finanziamento agevolato è associato un finanziamento bancario a tasso di mercato erogato dalla Banca finanziatrice. Il finanziamento, al quale le imprese accedono dopo aver ricevuto una positiva valutazione del merito del credito, può essere assistito da idonee garanzie.

Le domande possono essere presentate, esclusivamente in forma elettronica, dal 1° luglio 2024 fino al 31 luglio 2024 e saranno valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

21 Mag

CREDITO D’IMPOSTA ZES UNICA: FIRMATO IL DECRETO ATTUATIVO

CREDITO D’IMPOSTA ZES UNICA: FIRMATO IL DECRETO ATTUATIVO

È stato firmato il decreto attuativo del credito d’imposta per gli investimenti nella ZES UNICA del Mezzogiorno che mette a disposizione 1,8 miliardi di euro.

Possono beneficiare dell’agevolazione i soggetti titolari di reddito d’impresa che acquistano beni strumentali nuovi, anche mediante locazione finanziaria, da destinare a strutture produttive, esistenti o di nuova costituzione, localizzate nelle zone assistite delle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, Molise e Abruzzo.

Sono ammissibili gli investimenti realizzati dal 1° gennaio al 15 novembre 2024, facenti parte di un progetto di investimento iniziale relativo alla:

  • creazione di un nuovo stabilimento;
  • ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente;
  • diversificazione della produzione di uno stabilimento1;
  • riattivazione di uno stabilimento chiuso o che sarebbe stato chiuso senza tale acquisizione.

Nello specifico, sono agevolabili le spese relative all’acquisto, o leasing, di nuovi macchinari, impianti e attrezzature varie nonché l’acquisto di terreni e l’acquisizione, la realizzazione ovvero l’ampliamento di immobili strumentali agli investimenti.

Il valore dei terreni e degli immobili non può superare il 50% del valore complessivo dell’investimento agevolato.

L’investimento deve essere ricompreso tra un minimo di 200mila euro e un massimo di 100 milioni di euro.

L’effettivo sostenimento delle spese dovrà essere certificato da un revisore dei conti o da una società abilitata.

Il credito di imposta è differenziato per Regione, dimensione d’impresa ed entità dell’investimento. In particolare, spetta al:

  • 40%in Calabria, Campania e Puglia;
  • 30% in Basilicata, Molise e Sardegna;
  • 15% in Abruzzo.

L’incentivo spetta al 50%, in due aree particolari, Taranto in Puglia e il Sulcis in Sardegna, interessate dal programma Just transition fund finanziato con i fondi europei.

Inoltre, le percentuali cambiano in base al valore del progetto ammissibile:

  • sotto i 50 milioni di eruto i massimali aumentano:
    • di 10 punti percentuali per le medie imprese;
    • di 20 punti percentuali per le piccole imprese.
  • oltre i 50 milioni di eurol’incentivo deve essere calcolato secondo la metodologia dell’“importo di aiuto corretto”.

Al di là delle percentuali sopra esposte, l’ammontare reale del credito d’imposta spettante sarà rideterminato tra gli aventi diritto dall’Agenzia dell’Entrate nel caso in cui le richieste superino i fondi disponibili.

Le comunicazioni potranno essere inviate a partire dal 12 giugno 2024 e fino al 12 luglio 2024.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

20 Mag

CULTURA, CREATIVITÀ E SOCIETÀ INCLUSIVA: STANZIATI € 48 MLN PER IL BANDO “A EUROPEAN COLLABORATIVE CLOUD FOR CULTURAL HERITAGE 2024”

CULTURA, CREATIVITÀ E SOCIETÀ INCLUSIVA: STANZIATI € 48 MLN PER IL BANDO “A EUROPEAN COLLABORATIVE CLOUD FOR CULTURAL HERITAGE 2024”

Si aprirà il in data 18 giugno il nuovo bando “A European Collaborative Cloud for Cultural Heritage 2024” (HORIZON-CL2-2024-HERITAGE-ECCCH-01) del Programma di lavoro 2023-2025, all’interno del ClusterCulture, creativity and inclusive society” di Horizon Europe.

Il bando rientra nella Destinazione 2 – Innovative Research on the European Cultural Heritage and the Cultural and Creative Industries, le cui attività sono volte a proporre un migliore accesso e coinvolgimento per il patrimonio culturale, con l’obbiettivo di migliorarne la tutela, la valorizzazione e il restauro. La ricerca e l’innovazione in questo settore sosterranno la crescita sostenibile e la creazione di posti di lavoro attraverso le industrie culturali e creative.

Il bando contiene 5 topics, per un budget complessivo pari a € 48 mln:

  • HORIZON-CL2-2024-HERITAGE-ECCCH-01-01: A European Collaborative Cloud for Cultural Heritage – Innovative tools for digitisation and analysis of dynamic processes, objects and complex combined data
  • HORIZON-CL2-2024-HERITAGE-ECCCH-01-02: A European Collaborative Cloud for Cultural Heritage – Innovative tools for documenting, interlinking and organising data
  • HORIZON-CL2-2024-HERITAGE-ECCCH-01-03: A European Collaborative Cloud for Cultural Heritage – Innovative tools for advanced data enrichment
  • HORIZON-CL2-2024-HERITAGE-ECCCH-01-04: A European Collaborative Cloud for Cultural Heritage – Innovative tools for high-value interactions with visitors and heritage objects
  • HORIZON-CL2-2024-HERITAGE-ECCCH-01-05: A European Collaborative Cloud for Cultural Heritage – Innovative tools for the study, conservation and restoration of heritage objects

Può presentare la propria proposta progettuale qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di Paesi terzi non associati o di organizzazioni internazionali.

La scadenza per presentare la propria proposta attraverso il Portale EU Funding and Tenders è fissata al 22 gennaio 2025.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: Everyeye

14 Mag

HORIZON EUROPE: PUBBLICATO IL BANDO TERRA, OCEANI E ACQUA PER L’AZIONE CLIMATICA 2024 CON UN BUDGET COMPLESSIVO DI €28 MILIONI

HORIZON EUROPE: PUBBLICATO IL BANDO TERRA, OCEANI E ACQUA PER L’AZIONE CLIMATICA 2024 CON UN BUDGET COMPLESSIVO DI €28 MILIONI

Si è aperto il bando Terra, oceani e acqua per l’azione climatica (HORIZON-CL6-2024-CLIMATE-02) contenuto nel Programma di lavoro 2023-2024 del Cluster “Alimentazione, bioeconomia, risorse naturali, agricoltura e ambiente”.

Il bando rientra nella Destinazione 5 – Terre, oceani e acqua per l’azione climatica e si pone l’obiettivo di studiare l’impatto del cambiamento climatico sugli ambienti terrestri e marini, sulle risorse naturali, l’agricoltura e i sistemi agroalimentari, identificando azioni di mitigazioni e percorsi di adattabilità, volti al raggiungimento della neutralità climatica in Europa entro il 2050.

Il bando contiene 3 topics, per un budget complessivo indicativo pari a €28 milioni:

  • HORIZON-CL6-2024-CLIMATE-02-1: New knowledge and innovations for climate-smart farming – connecting research stations
  • HORIZON-CL6-2024-CLIMATE-02-2: Closing the research gaps on Essential Biogeochemical Ocean Variables (EOVs) in support of global assessments
  • HORIZON-CL6-2024-CLIMATE-02-3: Overcoming barriers and delivering innovative solutions to enable the green transition

Può presentare la propria proposta progettuale qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di Paesi terzi non associati o di organizzazioni internazionali.

La scadenza per presentare la propria proposta attraverso il Portale EU Funding and Tenders è fissata al 24 settembre 2024.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: Europa Innovazione

14 Mag

INTERREG EURO MED: È ONLINE IL BANDO DA € 35 MILIONI PER PROGETTI TEMATICI TERRITORIALI STRATEGICI

INTERREG EURO MED: È ONLINE IL BANDO DA € 35 MILIONI PER PROGETTI TEMATICI TERRITORIALI STRATEGICI

È stato pubblicato il bando Interreg Euro-MED per progetti tematici strategici territoriali. I progetti presentati devono rispondere alle esigenze e alle sfide comuni di un tipo specifico di territorio, affrontando temi strategici identificati e producendo un impatto territoriale che coinvolga tutti i soggetti interessati e che produca soluzioni o strategie in linea con il tema scelto e in grado di influenzare le politiche nazionali, regionali o locali.

I progetti devono essere allineati alle priorità del Programma (Priorità 1: Un Mediterraneo più smart e Priorità 2: Un Mediterraneo più verde) e riguardare una delle sue quattro missioni:

  • Rafforzare un’economia innovativa sostenibile
  • Proteggere, ristorare e valorizzare l’ambiente naturale e il patrimonio
  • Promuovere spazi abitativi verdi
  • Rafforzare il turismo sostenibile

Il budget complessivo ammonta a circa €35 milioni (di cui €7 milioni di cofinanziamento nazionale), con i quali verranno finanziati tra 8 e 10 progetti di durata massima di 45 mesi con un tetto di €4 milioni ciascuno.

Possono partecipare al bando consorzi composti da partner stabiliti in 5 diversi Stati del programma, aventi come partner guida enti pubblici, i quali possano agire direttamente sui territori target. I target principali della call sono autorità pubbliche nazionali, regionali e locali, nonché imprese, organizzazioni settoriali, gruppi di interesse, centri formativi e altri, ossia tutti coloro che hanno un ruolo nella definizione e attuazione delle politiche.

La call ha una scadenza a due fasi: la prima (pre-application) fissata al 26 settembre, mentre la seconda, per l’invio del progetto definitivo (solo per i progetti che hanno superato la prima fase), il 28 febbraio 2025.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: Interreg Euro-med

14 Mag

TRASPORTI E MOBILITÀ VERDI, INTELLIGENTI E RESILIENTI: €163,5 MILIONI DISPONIBILI PER PROGETTI DI RICERCA NELL’AMBITO DEL PROGRAMMA HORIZON EUROPE

TRASPORTI E MOBILITÀ VERDI, INTELLIGENTI E RESILIENTI: €163,5 MILIONI DISPONIBILI PER PROGETTI DI RICERCA NELL’AMBITO DEL PROGRAMMA HORIZON EUROPE

La Commissione Europea ha lanciato due nuovi inviti a presentare progetti nell’ambito del programma di lavoro Horizon Europe. Le nuove opportunità di finanziamento sono inserite all’interno del Cluster 5 “Clima, Energia e Mobilità”, il cui obbiettivo generale è quello di accelerare la duplice transizione verde e digitale dell’economia, dell’industria e della società europea, al fine di contribuire al raggiungimento degli obbiettivi climatici ed energetici dell’Unione Europea.

Il budget disponibile è pari a €163,5 milioni per due call, entrambe con scadenza il 5 settembre 2024:

  • Soluzioni cross-settoriali per la transizione climatica (HORIZON-CL5-2024-D2-02): La call punta a fornire soluzioni trasversali per applicazioni relative al clima, all’energia e alla mobilità, quali batterie, idrogeno, comunità e città, tecnologie innovative nelle fasi iniziali e coinvolgimento dei cittadini.
  • Servizi di Trasporto Sicuro, Resiliente e Mobilità smart per passeggeri e merci (HORIZON-CL5-2024-D6-01): La call intende creare un sistema di mobilità più incentrato sull’utente e inclusivo, aumentando la sicurezza stradale e riducendo la congestione e l’impatto ambientale del settore.

La Call Soluzioni cross-settoriali per la transizione climatica (HORIZON-CL5-2024-D2-02) contiene 3 topics per un budget complessivo di €39 milioni:

  • HORIZON-CL5-2024-D2-02-01: Sustainable high-throughput production processes for stable lithium metal anodes for next generation batteries (Batt4EU Partnership)
  • HORIZON-CL5-2024-D2-02-02: Post-Li-ion technologies and relevant manufacturing techniques for mobility applications (Generation 5) (Batt4EU Partnership)
  • HORIZON-CL5-2024-D2-02-03: Size & weight reduction of cell and packaging of batteries system, integrating lightweight and functional materials, innovative thermal management and safe and sustainable by design approach (Batt4EU Partnership)

La call Servizi di Trasporto Sicuro, Resiliente e Mobilità smart per passeggeri e merci (HORIZON-CL5-2024-D6-01) contiene 13 topics per un budget complessivo di €124,5 mln:

  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-01: Centralised, reliable, cyber-secure & upgradable in-vehicle electronic control architectures for CCAM connected to the cloud-edge continuum (CCAM Partnership)
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-02: Scenario-based safety assurance of CCAM and related HMI in a dynamically evolving transport system (CCAM Partnership)
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-03: Orchestration of heterogeneous actors in mixed traffic within the CCAM ecosystem (CCAM Partnership)
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-04: AI for advanced and collective perception and decision making for CCAM applications (CCAM Partnership)
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-05: Robust Knowledge and Know-How transfer for Key-Deployment Pathways and implementation of the EU-CEM (CCAM Partnership)
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-06: Optimising multimodal network and traffic management, harnessing data from infrastructures, mobility of passengers and freight transport
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-07: Scaling up logistics innovations supporting freight transport decarbonisation in an affordable way
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-08: Improved transport infrastructure performance – Innovative digital tools and solutions to monitor and improve the management and operation of transport infrastructure
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-09: Policies and governance shaping the future transport and mobility systems
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-10: Ensuring the safety, resilience and security of waterborne digital systems
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-11: Effects of disruptive changes in transport: towards resilient, safe and energy efficient mobility
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-12: A new framework to improve traffic safety culture in the EU
  • HORIZON-CL5-2024-D6-01-13: EU Member States/Associated countries research policy cooperation network to accelerate zero-emission road mobility (2ZERO Partnership)

Può presentare la propria proposta progettuale qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di Paesi terzi non associati o di organizzazioni internazionali.

La scadenza per presentare la propria proposta attraverso il Portale EU Funding and Tenders è fissata al 5 settembre 2024.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Immagine: Cinea

09 Mag

Bando Specializzazione intelligente: dal 10 luglio al via la presentazione delle domande

Bando Specializzazione intelligente: dal 10 luglio al via la presentazione delle domande

Con decreto direttoriale 7 maggio 2024 sono stati stabiliti i termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione a valere sul bando Specializzazione intelligente.

Le domande potranno essere presentate dalle ore 10.00 del giorno 10 luglio 2024 e saranno valutate nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione.

L’obiettivo è sostenere progetti innovativi che prevedano attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, aventi le seguenti contestuali caratteristiche:

    1. prevedano lo sviluppo di una delle tecnologie abilitanti fondamentali;
    2. siano riconducibili a un’area di intervento prevalente tra quelle del Programma Orizzonte Europa;
    3. siano svolte nell’ambito delle aree tematiche e delle traiettorie di sviluppo (comprese quelle definite come “Traiettoria evolutiva”) definite dalla SNSI.

Sono ammissibili progetti di importo compreso tra 3 milioni di euro e 20 milioni di euro realizzati nelle regioni del Mezzogiorno.

Le risorse finanziarie disponibili sono 328 milioni di euro per la concessione delle agevolazioni nella forma del finanziamento agevolato a valere sulle risorse del FRI e circa 145 milioni di euro per la concessione delle agevolazioni nella forma di contributo diretto alla spesa a valere sulle risorse rese disponibili a seguito della chiusura dei programmi operativi 2007-2013.

Potranno presentare domanda le imprese industriali, agro-industriali, i Centri di ricerca e come co-proponenti del progetto le imprese agricole.

L’agevolazione consiste in un:

  • finanziamento agevolato, nel limite del 50% dei costi ammissibili complessivi (40% in caso di maggiorazione del contributo), a cui deve essere associato un Finanziamento Bancario, di importo minimo pari al 20% del “finanziamento” totale;
  • contributo a fondo perduto pari al 30% per le piccole imprese, 25% per le medie imprese e 15% per cento per le grandi imprese. Inoltre, in casi specifici è prevista una maggiorazione al contribuito alla spesa del 10%.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

 

03 Mag

€650 MILIONI EXTRA PER PROGETTI EUROPEI CON LE MISSIONI DI HORIZON EUROPE

€650 MILIONI EXTRA PER PROGETTI EUROPEI CON LE MISSIONI DI HORIZON EUROPE

Nel mese di aprile, la Commissione europea ha aggiornato il Programma di lavoro 2023-24 di Horizon Europe, il programma dell’UE per la ricerca e l’innovazione.

Questa modifica ha mobilitato fondi non utilizzati di Horizon Europe, aumentando il budget del 2024 di quasi €1,4 miliardi, portandolo a un totale di €7,3 miliardi. Questo emendamento prevede un investimento di circa €650 milioni nelle Missioni dell’UE, volte a risolvere alcune delle principali sfide dell’Europa, come rendere più di 100 città climaticamente neutrali, creare una nuova struttura per il New European Bauhaus e lanciare azioni sperimentali per coinvolgere nuovi partecipanti nelle attività di ricerca e innovazione dell’UE, tra altre iniziative innovative.

Tra i vari cambiamenti al Programma di lavoro, segnaliamo:

  • L’UE investirà €648 milioni nel 2024 in attività di ricerca e innovazione a sostegno delle Missioni dell’UE, un’innovazione introdotta da Horizon Europe per offrire soluzioni concrete ad alcune delle nostre sfide più grandi. Sono disponibili nuovi bandi in differenti aree, come: azioni di adattamento climatico e preservazione della biodiversità; azioni per prevenzione e diagnostica del cancro; azioni per il ripristino, la protezione e la conservazione dei nostri oceani, mari e acque; azioni per la transizione verso città climaticamente neutre ed intelligenti; azioni per la preservazione e conservazione del suolo.
  • Il nuovo Programma di lavoro 2023-24 di Horizon Europe destina €20 milioni per l’implementazione della New European Bauhaus Facility, l’iniziativa dell’UE che mira a portare i benefici del Green Deal europeo nella vita quotidiana e negli spazi abitativi delle persone.
  • L’emendamento comprende un pacchetto di nuove azioni sperimentali per rafforzare l’apertura del programma, supportare gli obiettivi delle missioni dell’UE e promuovere le carriere dei giovani ricercatori. Queste azioni sperimentali testeranno nuovi approcci in vista della preparazione degli ultimi tre anni di Horizon Europe e del suo futuro programma. Le azioni includono quattro temi aperti che danno ai ricercatori maggiore libertà di focalizzarsi su un argomento a loro scelta, con un budget complessivo di €76 milioni nei cluster di Horizon Europe relativi a “Salute – Cluster 1“, “Clima, energia e mobilità – Cluster 5” e “Alimentazione, bioeconomia, risorse naturali, agricoltura e ambiente – Cluster 6“. Un’azione sperimentale da €15 milioni per le Missioni dell’UE farà delle università o dei centri di ricerca dei punti di riferimento per attività di ricerca e innovazione transdisciplinari locali con un impatto europeo. Inoltre, il bando del New European Bauhaus “Transforming neighbourhoods, making them beautiful, sustainable, and inclusive” attirerà nuovi partecipanti al programma per massimizzarne l’impatto. Infine, €20 milioni sosterranno gli ecosistemi di talenti per attrarre i primi ricercatori in carriera.
  • L’UE dedicherà €48 milioni alla European Collaborative Cloud for Cultural Heritage.
  • Per aiutare l’Europa a prepararsi per eventuali future pandemie, il Programma di lavoro aggiornato include un investimento di €50 milioni per un partenariato europeo dedicato alla preparazione in caso di pandemie.

Nuovi bandi e opportunità di finanziamento sono disponibili sul Portale EU Funding and Tenders della Commissione europea. In linea generale, le scadenze sono fissate tra il mese di settembre e ottobre 2024.

Per maggiori informazioni sulle nuove opportunità disponibili: info@iniziativa.cc

Fonte immagine: European Commission – HaDEA

03 Mag

EIT MANUFACTURING: €11 MILIONI PER INNOVAZIONI NELLA MANIFATTURA

EIT MANUFACTURING: €11 MILIONI PER INNOVAZIONI NELLA MANIFATTURA

Ad aprile 2024, EIT Manufacturing, la partnership pubblico-privata cofinanziata dall’Unione Europea e istituita nel 2019, ha lanciato nuove opportunità di finanziamento nel settore manifatturiero.

Nel filone Innovazione, sono stati pubblicati due topic distinti: “Soluzioni innovative per sfide industriali” e “Transizione verso una produzione resiliente e centrata sull’uomo”.

 

Soluzioni innovative per sfide industriali

Questo argomento mira ad affrontare sfide industriali critiche identificate in cinque aree tematiche: Metaverso Industriale, Energie Rinnovabili, Economia Circolare, Industria a Emissioni Zero e AI-Dati. Le proposte dovrebbero puntare a trasformare le sfide industriali in opportunità che aprano la strada a progressi nel settore manifatturiero.

Le sfide identificate includono:

  • Integrazione di Sistemi Complessi;
  • Gestione dei Costi Energetici;
  • Implementazione della Circolarità nella Produzione;
  • Sviluppo del Prodotto Basato sui Dati;
  • Supporto Decisionale per Macchinari Complessi e Catena del Valore.

 

Transizione verso una produzione resiliente e centrata sull’uomo

Questo topic definisce progetti ambiziosi che si allineano con gli Obiettivi Strategici di EIT Manufacturing. L’obiettivo è migliorare la flessibilità dei sistemi di produzione e la resilienza della catena di approvvigionamento, oltre a rendere più attraente l’ambiente di lavoro nel settore manifatturiero attraverso l’uso di tecnologie e digitalizzazione. In tal modo, si intende affrontare la necessità critica di una transizione nel settore manifatturiero.

In questo contesto, le proposte dovrebbero concentrarsi su una delle seguenti due sotto-aree:

  • Resilienza e Disponibilità delle Risorse: i progetti dovrebbero concentrarsi sul rafforzamento della resilienza della catena di approvvigionamento, sull’esplorazione di materiali alternativi e avanzati, e sullo sviluppo di strategie di approvvigionamento locali.
  • Innovazioni Manifatturiere Centrate sull’Uomo: le proposte in questa sotto-area dovrebbero mirare a creare un ambiente di lavoro più sicuro, inclusivo e ben integrato.

Per essere idonei al finanziamento, i candidati, tra cui piccole e medie imprese, devono essere stabiliti in uno dei seguenti paesi al momento della presentazione della proposta:

  • Stati membri dell’Unione Europea, comprese le loro regioni ultraperiferiche;
  • Paesi e Territori d’Oltremare (PTOM) collegati agli Stati membri;
  • Paesi associati a Horizon Europe.

I candidati selezionati saranno tenuti a unirsi alla comunità e a selezionare una categoria di appartenenza (Core partner o Associated partner).

Entrambi i topic considerano proposte con una durata di 12 mesi.

Il consorzio deve proporre un’innovazione con un TRL di almeno 7 all’inizio del progetto e la soluzione dovrebbe raggiungere un TRL 8 o superiore entro la fine dell’attività.

Il finanziamento totale massimo di EIT assegnato a questo bando è di €11 milion: €7 milioni per il primo topic e €4 milioni per il secondo. I progetti selezionati riceveranno un finanziamento compreso tra €0,7 e €1 milione.

Per maggiori informazioni: info@iniziativa.cc

Fonte immagine: EIT Manufacturing